“Essere paragonato a Orwell e Atwood è un grande onore.”

Lo scrittore Paul Lynch alla cerimonia del Booker Prize nel novembre 2023.

Un partito populista è salito al potere e limita la libertà di espressione. Un insegnante viene arrestato dalla polizia a causa delle sue idee. Un ragazzo vuole fuggire dal paese per paura dell'esercito. Questa è l'immagine che lo scrittore irlandese Paul Lynch dipinge nel suo romanzo Canzone del profeta (La canzone del Profeta) sul possibile futuro dell'Irlanda. Per questo ha vinto il prestigioso Booker Prize. La traduzione olandese uscirà questa settimana.

Secondo alcuni si tratta di una distopia, ovvero della storia d'amore della morte come la conosciamo da George Orwell (1984(e Margaret Atwood)Il racconto dell'ancella). Ma Lynch dice di non aver scritto il libro con una visione cupa del futuro in mente. “Il libro è stato paragonato a Orwell o Atwood, il che è un grande onore. Se pensi: questa è una realtà futura, potresti trovarla distopica. Ma potresti anche dire che sto descrivendo eventi che nascono dalla realtà di oggi. Io hanno scritto un romanzo realista sociale.”

La canzone del profeta è incentrata sulla matriarca della famiglia, Eilish Stack, che gestisce la casa con quattro figli problematici dopo l'arresto del marito. Si mettono nei guai con il governo che interferisce in tutti i modi. In questo senso, il libro è simile ai precedenti romanzi distopici.

Il libro risponde a ciò che sta accadendo altrove nel mondo.

Paolo Lynch

Tuttavia, sostiene che la libertà nel mondo reale è sotto la pressione del populismo. “Il libro risponde a ciò che sta accadendo in altre parti del mondo. Quando l'ho scritto non c'era la guerra in Ucraina e a Gaza. Ma il libro risponde a tali situazioni.”

La censura è nella tua testa

Amy Koopman ha scritto Distopia olandese Il libro di tutte le paure. Paragona il libro di Paul Lynch alle distopie classiche come… Nuovo mondo Di Aldous Huxley 1984 Di George Orwell. “C’è un governo autoritario che cerca di controllare tutto fino all’estremo, e ci sono quei pochi che vogliono uscirne e trovare la propria libertà”.

Ciò comporta che un governo autoritario si ritiri dai valori tradizionali, come descrive Margaret Atwood nel suo romanzo Il racconto dell'ancella. Nell’America, trasformatasi in una dittatura religiosa, le donne sono diventate una classe oppressa. “Abbiamo visto un ritorno ai vecchi rapporti in Polonia, l'abbiamo visto in Ungheria e in Russia. Vediamo l'ascesa di partiti di estrema destra ovunque in Europa. Vedete molti politici populisti dire che le donne dovrebbero tornare in un certo luogo, poiché quelle che partoriscono e come quelle che cucinano”.

Ma oltre alla censura statale, c'è anche la censura nella tua testa, dice Amy Koopman. “Questa mossa è una misura precauzionale. Ho visitato per un po' l'Ungheria e ho potuto constatare che lo Stato in realtà attua poca repressione nel senso classico, come arresti e divieti. La minaccia di un divieto di pubblicazione è spesso sufficiente,” o una multa o perdere il lavoro. “È interessante notare che non hai nemmeno bisogno di così tanti soldi per poter opprimere le persone.”

READ  È venuto a mancare il regista Ruggero Deodato

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24