Estensione della legge marziale in Ucraina • La Russia costruisce nuovi missili balistici intercontinentali

I parenti sono preoccupati per il destino dei soldati ucraini catturati dalle forze russe a Mariupol. Chiesero che i diritti dei prigionieri di guerra fossero rispettati e che prima o poi venissero restituiti in Ucraina.

Venerdì, convogli di autobus hanno lasciato lo stabilimento di Azovstal, dove gli ultimi soldati ucraini a Mariupol avevano resistito all’invasione russa nelle ultime settimane. La Russia ha dichiarato venerdì che i suoi ultimi soldati si erano arresi. Secondo le autorità russe, un certo numero di prigionieri di guerra sono stati trasferiti in un’ex colonia penale e altri sono stati curati in ospedale.

Denis Pushlin, il leader filo-russo nell’Ucraina orientale, ha affermato che i prigionieri di guerra ucraini “saranno portati davanti a un tribunale con certezza” e che “la giustizia deve essere ripristinata”. Nei media statali russi, i soldati ucraini a Mariupol sono spesso descritti come neonazisti e criminali, poiché erano anche membri del reggimento Azov di estrema destra.

Sabato il vice primo ministro ucraino Irina Verychuk ha dichiarato che l’Ucraina si batterà per il ritorno di ogni prigioniero militare.

La Russia afferma che l’ultimo soldato ucraino nello stabilimento di Azovstal si è arreso venerdì. Queste saranno le immagini di quello:

Questo browser non è supportato per la riproduzione di video. Aggiorna il tuo browser a Internet Explorer 10 o versioni successive per riprodurre il video.

READ  Procuratore generale ucraino: crimini di guerra sono stati commessi in circa 6000 luoghi

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24