Francia, Germania e Italia hanno raggiunto un accordo sulla regolamentazione dell’IA nell’UE

Quello rapportiIl servizio di notizie Reuters, che ha visto un documento congiunto dei tre paesi. Secondo Reuters, tutti e tre i paesi si stanno muovendo verso “un’autoregolamentazione obbligatoria basata su regole comportamentali” per i modelli base di intelligenza artificiale (modelli base – modelli di apprendimento automatico addestrati su una serie di compiti). Tutti e tre sono contrari a “standard non testati”.

“Insieme vogliamo sottolineare che la legge sull'AI regola l'uso dell'intelligenza artificiale e non la tecnologia stessa”, si legge nella dichiarazione congiunta. Tutti e tre i paesi si concentrano principalmente sulla regolamentazione e sulla limitazione delle applicazioni dell’IA ove necessario, non sullo sviluppo tecnologico. Ciò limiterebbe notevolmente le opportunità dell’Europa in questo settore, sostengono.

acceleratore

La Commissione Europea, il Parlamento Europeo e il Consiglio dell’Unione Europea stanno ancora negoziando sulla questione. Con l’accordo di questi tre principali paesi dell’UE, sperano di accelerare i negoziati.

In base all’accordo, gli sviluppatori di modelli di intelligenza artificiale di base devono definire i grafici del modello utilizzati per fornire informazioni sul modello di apprendimento automatico. Lì dovrebbero essere trovate informazioni per capire come funziona il modello, cosa può fare e quali sono i suoi limiti. Dovrebbero basarsi sulle migliori pratiche della comunità degli sviluppatori.

Il team di monitoraggio dell’IA può aiutare a creare linee guida e monitorare l’uso delle carte campione. La violazione del codice di condotta non sarà sanzionata – inizialmente. Tuttavia, a tempo debito verrà introdotto il sistema di concessione delle autorizzazioni.

READ  L'Italia annuncia i campionati europei di ciclismo: Khanna in strada, non a cronometro

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24