TGcomnews24

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, reportage e podcast relativi all'Italia

George Bennett: “I 5 migliori giroscopi realistici”

George Bennett: “I 5 migliori giroscopi realistici”

Giovedì 29 aprile 2021 alle 9:15

George Bennett punta ad avere una buona valutazione complessiva nella Giroditalia. Il campione neozelandese di Jumbo-Visma è attualmente a Tenerife in preparazione degli ultimi preparativi. “Voglio vedere fino a che punto posso arrivare nelle classifiche globali”, dice. “Questo è tutto quello a cui riesco a pensare ora”. Notizie di ciclismo.

Bennett sa che la concorrenza sarà feroce in Italia. “Guardo la lista di partenza e ogni settimana viene aggiunto un nuovo concorrente per la classifica. È una lista strana in questo momento e ci sono alcuni ovvi migliori favoriti come Simon Yates ed Egan Bernal e forse anche Mikel Landa”, riassume. “Ma poi hai un gruppo di dieci o quindici passeggeri che possono arrivare quarti. Da Hugh Karthy, Alexander Vlasov, Daniel Martin, i cavalieri DSM, Pavel Sivakov e anche io ci siamo uniti a me.”

Il neozelandese sa che “c’è di più”. “Ma questo è dovuto principalmente alle Olimpiadi e perché tutti al Giro vogliono perseguire le proprie possibilità. Ovviamente vuoi essere in cima a quella lunga lista di nomi. Quindi il posto tra i primi cinque è realistico. Sarebbe realistico. un bel risultato, ma non dovresti farcela. Tanto impegno perché molto è ancora incerto “.

Sii all’inizio nel miglior modo possibile
Il 31enne alpinista ha trascorso finora quattordici giorni di gare, con il campionato nazionale, Parigi Nizza e alcuni giorni in giro per la Catalogna. Bennett ha detto: “Nella Parigi-Nizza ho guidato con Primo Roglic e in Catalogna mi sono ammalato, quindi non ho idea di come il mio livello sia paragonabile a quello di altri piloti”. ai tuoi allenamenti e alle tue esperienze passate. Su questo mi concentro. Sono all’inizio del Giro nel miglior modo possibile “.

READ  Agnelli, presidente della Juventus, ha tradito il club di Serie A ''

Bennett e Jumbo-Visma hanno scelto di non seguire un corso preparatorio. “Questo era sempre il piano. C’è sempre il rischio di prendere corona, che è uno dei motivi per cui non facciamo un giro al Tour alpino o al Tour de Romandi. Può nevicare o piovere, rendendo facile ammalarsi o cadere. Ecco perché scegliamo di allenarci con grande forza e cercare di controllare ogni aspetto “, dice.

Dylan Gronwigen
Jumbo-Visma ha annunciato questa settimana che anche Dylan Groenewegen debutterà al Giro. “Mi sento a mio agio, perché entrambi abbiamo le nostre ambizioni.” “Sono sempre felice con il mio copilota”, dice Bennett. “Penso che mi aiuti, perché non voglio sette persone intorno a me nel fasi piane. E non dobbiamo nemmeno fare la gara. I granatieri INEOS sono la squadra di montagna, e finché possono controllare, va bene. Il momento più pericoloso è quando nessuna squadra ha il controllo. Poi ci sarà una lotteria “.