Hamilton ribolle a bordo della radio allo spettacolo del GP di Monaco: “Com’è possibile ?!”

La domenica non è mai stata così bella a Monaco per Lewis Hamilton. L’inglese sapeva di essere in una missione difficile dopo una brutta sessione di qualifiche in cui ha concluso settimo, ma sembrava più difficile del solito. Ha trascorso molto tempo al volante e di tanto in tanto ha espresso la sua insoddisfazione per le opzioni della squadra sulla radio di bordo, che era evidente nel tono dei messaggi.

Hamilton parte dalla settima posizione – sesta grazie al grande assente Charles Leclerc – e sa di dover tirare fuori qualcosa di speciale dal cappello per limitare i danni. In ogni caso, all’inizio questo non è avvenuto: deve corrispondere esattamente ai due piloti che lo precedono. Per molto tempo ha guardato la parte posteriore dell’Alpha Tauri di Pierre Gasly. Round dopo tour, non ho visto alcun cambiamento in questo.

Dopo poco più di venti giri, la Mercedes gli ha detto: “Lewis, pensiamo che sia troppo lento”, le stazioni potrebbero essere in arrivo. “Stiamo iniziando a vedere divari tra loro”, afferma Peter Bonnington, il suo ingegnere. Al 30esimo giro sarà il primo a fermarsi. Tuttavia, non ha fatto affidamento su questo, che ha chiaramente annunciato alla radio di bordo. “Le mie gomme si sono conservate per così tanto tempo, ragazzi”, ha detto Flaming Hamilton.

Leggi anche: Verstappen vince la gara del GP da Monaco e prende il controllo del campionato da Hamilton

L’umore del britannico non è migliorato in seguito, poiché Sebastian Vettel è tornato sulla strada giusta contro Gasly, quindi Hamilton ha perso un’altra posizione. “Com’è possibile ragazzi, ho perso due posti così!” Mormorò il frustrato conducente della Mercedes.

READ  Ira Sidorkova sulla battaglia Verstappen-Hamilton: "Lascia che gli spettatori tornino a prosperare"
Foto: Motorsport Pictures

Anche Perez Hamilton ha ignorato

Non molto tempo dopo, Bonnington porta altre cattive notizie. “È anche possibile che perderemo una posizione a favore di Perez”, ha detto Bono. Anche questo non va bene per Hamilton. Hot Driver chiede: “Stiamo davvero perdendo una posizione per Perez?!” Crede che questa notizia sia stata confermata poco dopo. Hamilton chiede disperatamente: “Perez mi guida per me?” Il morso britannico al volante, che si può sentire nel tono delle lettere, che rappresenta i 180 gradi completi del Gran Premio di Spagna.

Leggi anche: Verstappen esulta dopo aver vinto a Monaco: ‘la gara che ho sempre voluto vincere’

Fortunatamente per Hamilton, la sosta del compagno di squadra Valtteri Bottas è disastrosa. La gomma anteriore destra non vuole scendere, quindi Finn non può proseguire per la sua strada. “Dov’è Valtteri?” Hamilton chiede dopo il pit stop. Sente da Bonnington: “È fuori, guai alla stazione”. Di conseguenza, il danno è stato limitato, perché invece dell’ottavo, era ancora al settimo posto.

Questo non fornisce abbastanza sollievo per Hamilton, che sta ancora guardando Alpha Tauri di fronte a lui. Ha detto: “Dove sono tutti gli altri per le mie rondelle, si guida molto lentamente!” Bono risponde: “Vettel lo guida in 4,2 secondi. Gazli è mezzo secondo più lento”.

Hamilton
Foto: Motorsport Pictures

Calma morta dopo la gara

Alla fine si è accontentato del settimo posto e del fatto di aver lasciato la testa della classifica a Max Verstappen. Per limitare i danni, fa un altro tentativo di andare sul giro più veloce della gara. Ci è riuscito molto velocemente: con 1: 12.909 prende anche il record sul giro. Per essere sicuro, Hamilton chiede: “Mi mancherà questo punto?” Non la pensiamo così, la minaccia è diminuita. Se devi riaccenderlo: il divario davanti a te è di tredici secondi. ”Non deve essere più così lontano: mantiene quel punto.

READ  Diks è stato finalmente esonerato dal contratto della Fiorentina e ha completato la sua prima mossa danese

Leggi anche: Leclerc: È difficile rimanere positivi

Forse l’evento più post-gara a Monaco: Bonnington si scusa con il suo pilota per il suo “ Dirty Weekend ”, ma il solito inglese rimane in silenzio per tutto il ballottaggio.

“Non ho imparato niente qui, sicuramente la squadra l’ha fatto”.

Davanti a una telecamera Ziggo Sport Risponde al drammatico Monaco GB. “È stata dura, ma cose del genere sono successe una volta. Abbiamo ancora diciassette gare da disputare, e ce ne sono ancora abbastanza”. Sai qualcosa di questa gara? “Per me o per la squadra?” È la domanda opposta. “Io? No. La squadra? Certamente. Non so dove sia successo tutto questo errore. Non ho ancora parlato con loro.”

Per quanto riguarda la prossima gara, il Gran Premio dell’Azerbaigian, non ci si aspetta Mercedes migliore di quella di Monaco. “Baku è anche la Red Bull Course, e sarà difficile batterli lì. Faremo del nostro meglio. Non mi aspetto che sia molto diverso da qui. Forse solo con la Ferrari, e non va bene sulle piste lunghe. Sarà divertente.”

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24