I cosmologi potrebbero vedere i segni di un nuovo tipo di energia oscura

Un secondo tipo di energia oscura potrebbe spiegare perché l’universo si sta espandendo più velocemente del previsto. I cosmologi hanno ora notato tracce di questa energia extra oscura nelle misurazioni della luce più antica dell’universo.

L’universo non si sta solo espandendo, si sta espandendo sempre più velocemente. Lo sappiamo dal 1998. E poiché la gravità deve cercare di tenere tutto insieme, deve esserci anche qualcosa che contrasti questo effetto e induca lo stretching. Che cosa sia esattamente questa cosa, i cosmologi non lo sanno, ma la chiamano energia oscura.

Si scopre che questa espansione accelerata è difficile da misurare correttamente. Ora ci sono due modi per usare il cosiddetto Hoblikonstant – che mostra quanto velocemente l’universo sta crescendo. Prima di tutto, puoi dare un’occhiata all’universo attuale e al nostro ambiente immediato. Per fare ciò, i cosmologi misurano la distanza da noi di alcune stelle e la velocità con cui si stanno allontanando da noi. Inoltre, la dilatazione può essere misurata guardando indietro nel tempo, a sfondo cosmico a microonde. Questo è il bagliore residuo del Big Bang e la luce più antica dell’universo.

Energia oscura precoce

Esistono due metodi di misurazione Diversi valori della costante di Hubble. “È possibile che nell’universo primordiale stesse succedendo qualcosa che ha fatto apparire meno il valore lì”, dice il cosmologo. Rien van de Weijgaert dell’Università di Groningen, che non era coinvolta nella nuova ricerca. cosmologia Mark Kamionkowski Dalla Johns Hopkins University negli Stati Uniti nel 2019, ha suggerito un componente aggiuntivo che potrebbe essere esistito nell’universo primordiale: energia oscura precoce (Energia oscura precoce).

La prima energia oscura si sarebbe comportata come un tipo di fluido che esisteva 380.000 anni dopo il Big Bang, ma poi è rapidamente scomparso. Come l’energia oscura di oggi, ha allontanato l’universo. Non era abbastanza potente da accelerare l’espansione come possiamo vedere ora, ma ha raffreddato più rapidamente la zuppa calda dell’universo primordiale.

READ  Sembra che una cometa esplosa vicino al sole all'inizio di quest'anno abbia causato una scena prima

Quella prima energia oscura potrebbe aver influenzato la radiazione cosmica di fondo a microonde. Ciò significa che dobbiamo interpretare le misurazioni della radiazione di fondo in modo diverso. Se i cosmologi analizzassero la radiazione di fondo utilizzando i primi modelli di energia oscura, ad esempio, l’universo non avrebbe 13,8 miliardi di anni, ma 12,4 miliardi di anni. E l’espansione sarebbe circa il 5% più veloce dell’universo senza l’energia oscura iniziale. Questo sarebbe d’accordo con le misurazioni dell’espansione nelle nostre immediate vicinanze.

“Trovo molto interessante l’idea della prima energia oscura”, afferma Van de Weijgaert. Questo spiegherà perché due diversi metodi di misurazione misurano valori diversi della costante di Hubble.

Misure dell’aurora

Ora due indipendenti Indagare – Persone online a pochi giorni l’una dall’altra Di ritorno – nelle misure Telescopio Atacama per Cosmologia (ACT) Il Cile potrebbe aver visto i primi segni della prima energia oscura. ACT misura la radiazione cosmica di fondo a microonde.

“Si scopre che lo schema che vediamo con ACT nello sfondo delle microonde cosmiche è meglio spiegato se assumiamo la presenza di energia oscura precoce”, ha scritto l’astrofisico nella posta. Vivian Bolin Dall’Università di Montpellier in Francia, a cui partecipi uno degli studi. È stata una grande sorpresa. “All’inizio pensavamo di aver fatto un errore”.

“La ricerca è intrigante e in realtà sembra essere corretta”, afferma Van de Weijgaert. Ma ci sono ancora molti ostacoli all’analisi della radiazione cosmica di fondo a microonde. Il fatto che tu veda o meno i primi segni di energia oscura dipende molto dalle informazioni esatte che usi dalle misurazioni.

Gli stessi ricercatori sottolineano anche l’incertezza nelle loro misurazioni. Quindi non è ancora certo che questa forma aggiuntiva di energia oscura esista. Pertanto, ora stanno lavorando per raccogliere e analizzare altre misurazioni della radiazione di fondo. Pauline: “Credo che le future misurazioni ACT e altri rilevatori di radiazioni di fondo forniranno prove critiche a favore (o contro) il primo modello di energia oscura.

READ  Gli asini che scavano per l'acqua aumentano la biodiversità

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24