Il giudice belga impedisce ancora una volta al rapper di arrendersi alla Spagna

Il Belgio non estrada il rapper spagnolo Valtinic in patria. Un giudice di Gand ha anche stabilito in appello che potrebbe rimanere in Belgio.

Josep Mikel Arenas, come in realtà viene chiamato Valtònyc, è fuggito in Belgio nel 2018, dopo essere stato condannato a 3,5 anni di carcere in Spagna per i suoi testi. Un tribunale spagnolo ha stabilito che glorifica il terrorismo, insulta la famiglia reale e minaccia i politici.

Corte belga detenuta conoscenza Nel settembre 2018 la Procura della Repubblica ha presentato ricorso.

Tale ricorso è stato successivamente rinviato in quanto in attesa di pronuncia della Corte di Giustizia Europea in Lussemburgo. Quel tribunale ha affermato quest’anno che il Belgio non è obbligato a estradare automaticamente Valtònyc sulla base del mandato d’arresto europeo della Spagna.

Contrariamente alla costituzione

Successivamente, la Corte Costituzionale ha stabilito che il Codice belga della Legge di Maestà del 1847 era incompatibile con la Costituzione. Il Belgio non può estradare persone per reati non proibiti nel proprio paese. Il giudice aveva già stabilito che nei testi non si faceva menzione di minacce o terrorismo.

Valtinic ha twittato una foto del suo dito medio e dell’ambasciata spagnola in Belgio, in risposta alla sentenza. Ha ringraziato tutti coloro che lo hanno sostenuto nell’ultimo anno.

Con l’hashtag #LlibertatPabloHasel ha anche richiamato l’attenzione sul rapper Pablo Hasel, diventato arrestato In Spagna per le sue canzoni.

READ  Studenti afgani separati dagli uomini che indossano le tende all'Università di Kabul | All'estero

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24