Il leader del gruppo di resistenza afghano vuole negoziare con i talebani

Il leader del gruppo di resistenza afghano che combatte i talebani nella valle del Panjshir si è detto pronto a fermare i combattimenti se i talebani si ritirassero dall’area. Dopodiché, potranno aver luogo negoziati con alti esponenti del clero musulmano, afferma Ahmed Masoud, il leader del Fronte di resistenza nazionale afghano.

I combattimenti sono proseguiti per tutto il fine settimana nella montagnosa valle del Panjshir, una delle poche aree non ancora sotto il controllo dei talebani. I talebani dicono di essere entrati nelle strade del capoluogo di provincia e di aver depredato molte armi, ma il gruppo di resistenza nega.

Le donne protestano in crash

È stato anche un weekend turbolento altrove in Afghanistan. A una manifestazione per i diritti delle donne nella capitale, Kabul, sono scoppiate violenze tra decine di manifestanti e talebani, hanno riferito i giornalisti sul posto. Almeno una donna è rimasta ferita.

Il filmato mostra dozzine di combattenti talebani pesantemente armati che circondano diverse donne. Un manifestante ha detto al New York Times che i talebani hanno cercato di disperdere la protesta con gas lacrimogeni, proiettili di gomma e oggetti di metallo. La donna ha detto di aver subito cinque tagli alla testa dopo essere stata colpita da un oggetto metallico non identificato.

Lo ha riferito un portavoce dei talebani guardiano Quattro uomini sono stati arrestati con l’accusa di aver aggredito manifestanti e un giornalista del canale di notizie Al-Arabiya.

READ  L'ex presidente Zuma si presenta in prigione prima del previsto

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24