Il migliore Casper van Ouden corre verso la vittoria alla Ronde am Köln

Domenica 26 maggio 2024 alle 15:35

Casper van Ouden ha vinto la 106esima edizione della Rund um Köln. L'olandese del DSM-firmenich PostNL è riuscito a sopravvivere ad una gara dura e poi è sembrato avere le gambe più veloci nello sprint finale. Van Ouden si è rivelato troppo forte per Benjamin Jermay e Louis Blow.

La Rund um Köln potrebbe non essere la gara più importante del calendario ciclistico, ma è una corsa con una ricca storia. Oggi era in programma la 106esima edizione della corsa tedesca di un giorno. Con Pascal Ackermann, Biniyam Girmay, Sam Wellsford, Florian Senechal, Casper van Ouden, Amaury Cabello e Visma | Noleggia una bicicletta dal grande talento Matthew Brennan C'erano molti nomi interessanti alla partenza.

Questi corridori potranno prepararsi per una corsa di oltre 194,8 km, nei dintorni di Colonia, con un dislivello fino a 2.700 metri. Oltre alla battaglia sportiva per la vittoria, la Rund um Köln 2024 è stata segnata anche dall'addio di Rick Zabel. Il figlio trentenne dell'ex leggendario corridore Eric Zabel ha deciso oggi, nella sua gara di casa, di ritirarsi come ciclista professionista.

Il pensionato Rick Zabel è stato messo sotto i riflettori prima della partenza – Foto: Cor Vos

Momento fantastico
La pausa di oggi si è riunita molto presto e consisteva di otto cavalieri. Michal Schlegel (Caja Rural-Seguros RGA), Anton Linnemann (BIKE AID), Patrik Reisig (Maloja Pushbikers), Tobias Back-Gramkow (Rad-Net Oßwald), Julian Borisch, Sebastian Niehuis (REMBE Pro Cycling Team Sauerland), Mel Morang (Team Lotto Kern-Haus PSD Bank) e Ole Theiler (Team Storck-Metropol Cycling) erano i nomi.

Questi otto corridori sono rimasti spiacevolmente sorpresi a 115 chilometri dal traguardo. Mentre percorrevano la rotatoria, i primi corridori si sono scontrati con una donna che attraversava la strada con un pedone. Con alcuni trucchi i cavalieri riuscirono comunque ad aggirare la donna, ma Thaler portò con sé il camminatore della donna nella sua mossa evasiva. Fortunatamente la donna non è rimasta ferita ed è riuscita a sollevare il tapis roulant a pochi metri di distanza.

READ  Nathan Tjoe-A-On e il nuovo arrivato Thom Haye forniscono assistenza

Inizia la finale, tre corridori si allontanano
Anche i corridori hanno potuto proseguire il viaggio in sicurezza. Ad un certo punto, gli otto leader erano quattro minuti avanti rispetto al gruppo, ma il divario è diminuito notevolmente verso la fine. A ottanta chilometri dalla fine il distacco era già sceso a poco più di due minuti. In altre parole, gli avventurieri erano uccelli per i gatti, e furono nuovamente catturati per le ossa, nel punto in cui il gruppo, in gran parte indebolito, fu rapidamente attaccato.

Adria e Brennan hanno fatto una gara molto forte – Foto: Cor Vos

Sull'impegnativo terreno collinare, tre corridori hanno dimostrato la loro capacità di staccarsi: Anders Haaland Johansson (Uno-X Mobility), Roger Adria (BORA-hansgrohe) e Matthew Brennan (Visma | Lease a Bike). Questo trio ha rapidamente guadagnato mezzo minuto di vantaggio sul primo gruppo di nove corridori inseguitori, tra cui Jermay, il suo compagno di squadra Hugo Page e Marco Haller. Il gruppo – o ciò che ne restava – lo seguiva un po' più lontano ed era guidato da Alpecin Desoninck.

Sprint o no?
La formazione belga è riuscita a mantenere lo slancio nel terzo set ed è rapidamente tornata tra gli inseguitori. Tuttavia i tre leader – con Brennan, Adria e Johannessen – hanno già fatto buoni progressi. A 35 chilometri dal traguardo il distacco era già aumentato a un minuto. Bastava questo per perdere il controllo? Con il passare dei chilometri, il divario è diventato sempre più ridotto, quindi i primi hanno dovuto intensificare il loro gioco.

Adrià e Brennan hanno deciso di aumentare un po' il ritmo in testa allo Schloss Bensberg (900m 6.4%) e questo si è rivelato disastroso per le possibilità di Johansen. Il norvegese era al suo meglio e ha dovuto lasciarsi guidare dai compagni in fuga. Johanissen è stato nuovamente catturato dal gruppo degli inseguitori, ma la stessa sorte è toccata anche ad Adria e Brennan. A tredici chilometri dalla fine anche la loro avventura di fuga era finita, quindi abbiamo potuto prepararci per uno sprint di gruppo.

Una vittoria prestigiosa per Casper van Ouden! – Foto: Cor Vos

Non ci sono limiti per Casper van Ouden
In questa gara Ackermann, Jermay e Cabot erano considerati i favoriti di casa, ma furono tutti battuti dall'olandese. Casper van Uden è uscito in modo convincente nello sprint e alla fine ha vinto con un ampio margine. Il 22enne corridore del DSM-firmenich PostNL ha ottenuto la sua seconda vittoria stagionale nella sua carriera professionale, dopo aver vinto la tappa di apertura dell'AlUla Tour a febbraio. Jirmay si è dovuto accontentare del secondo posto, mentre il belga Louis Bleu di Bingol WP si è classificato terzo.

READ  George Russell scherza sulle indagini della Red Bull sul Gran Premio del Canada

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24