Il numero di navi da crociera nel porto di Barcellona è quasi uguale al numero prima della pandemia

© istock

Non c’erano quasi navi da crociera in vista nel porto di Barcellona tra marzo 2020 e giugno 2021. Le uniche grandi navi attraccate erano navi da carico o navi che trasportavano attrezzature di supporto in caso di guasti tecnici. Da luglio, nel porto catalano sono state avvistate più navi e, da agosto, navi da crociera più grandi hanno attraccato da sei a sette volte alla settimana.

A luglio, il porto catalano ha registrato l’arrivo di 16 navi da crociera. Nella prima metà di agosto una nave è già entrata e uscita dal porto diciassette volte. E così August mostra un’immagine che era molto comune prima dell’epidemia.

Il numero di turisti in crociera è molto indietro

Nonostante il numero di arrivi di navi da crociera sia quasi uguale al numero settimanale prima della pandemia, il numero di turisti a bordo è in ritardo. A luglio 2019, 358.760 turisti si sono fermati a Barcellona durante una crociera, e nel luglio 2021 questo numero è rimasto a 39.560.

Il numero di turisti che fanno una crociera è attualmente inferiore dell’89% rispetto a prima della pandemia. Il ritardo del numero di turisti è senza dubbio dovuto al fatto che si tratta di una forma di viaggio molto specifica e che le crociere non sono ancora possibili ovunque nel mondo.

Protocollo sanitario per la ripresa delle crociere in Spagna

A maggio, il governo spagnolo e le autorità della Comunità autonoma hanno concordato un protocollo che consente alle compagnie di navigazione di riprendere le crociere attraverso i porti spagnoli. Ad esempio, è consentito un massimo del 75 percento della capacità normale, tutti i passeggeri devono essere in grado di presentare un certificato di vaccinazione o di test, vengono effettuati test aggiuntivi durante i voli lunghi e viene misurata la temperatura di tutti i passeggeri.

READ  Trek vince la cronosquadre al Giro per capitan Longo Borghini: 'Quanto rispetto per lei'

Le compagnie di navigazione hanno progetti futuri più grandi a Barcellona

Nonostante la domanda ritardata di crociere, molte compagnie di navigazione stanno pianificando di aumentare il numero di crociere. Le compagnie di navigazione norvegesi Epic e Viking Barcelona saranno presto aggiunte alla loro offerta. La Marina Militare Italiana ha inoltre annunciato che entro il 2024 verrà costruito un nuovo terminal nel porto di Barcellona per aumentare l’offerta.

La spaccatura sulla ripresa del settore crocieristico

Tuttavia, queste prospettive di crescita sono in contrasto con le richieste avanzate dalle varie associazioni ambientaliste e dai residenti al comune di Barcellona. I residenti di Barcellona e Ecologistas en Acción deplorano l’inquinamento delle navi da crociera. Secondo loro, la Spagna sembra essere il secondo paese in Europa con le più alte emissioni di anidride carbonica dalle navi da crociera. Su questo tema – l’arrivo di più navi da crociera e le emissioni che le navi producono – il Comune di Barcellona è attualmente lontano dall’essere d’accordo.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24