Il settore giovanile reagisce con disappunto: “Questo è un nuovo massimo …

L’ultimo barlume di speranza nel settore degli eventi è svanito con un duro colpo venerdì sera. Questa è una nuova lettera maiuscola. Questa è la risposta di SOS, il gruppo di interesse del settore eventi, alla decisione del comitato consultivo. Il messaggio recita: “Nonostante tutte le modifiche e gli sforzi, siamo ancora una volta un prodotto del conto”.

Fonte: belga

“Le nuove decisioni del comitato consultivo fanno male. Molto dolore”, afferma Heidi Vermander di SOS. “Come settore, comprendiamo che gli eventi non sono il qui e ora, ma dopo tutti i sacrifici e gli sforzi che abbiamo fatto negli ultimi quattordici mesi, speravamo almeno di avere una prospettiva. Non dovremmo avere diritto a quello? Cosa dovremmo fare anche noi? “

Leggi anche. Panoramica. Lo ha deciso il comitato consultivo: gli stand sono aperti fino alle 22, i campi estivi sono possibili

“Ci siamo riuniti come settore, abbiamo sacrificato la nostra passione per la salute fisica della comunità, comunicato sempre, creato un piano di recupero, ideato un approccio innovativo, ecc.

Secondo Vermander, le decisioni del comitato consultivo erano “prioritarie”. Il nostro settore è sulla Terra finanziariamente ed emotivamente. Siamo vicini al ring e l’asciugamano che stiamo gettando vicino “.

I mesi estivi sono sfocati

Secondo il Culture Crisis Cell, le decisioni del comitato consultivo non forniscono alcuna spiegazione per gli importanti mesi estivi e autunnali. La mancanza di una prospettiva a lungo termine è “incomprensibile”.

Il piano graduale, sviluppato con l’ampio settore culturale e con il settore eventi, federazioni sportive, settore wedding e fiere, ha tenuto conto dei nuovi criteri stabiliti nel precedente comitato consultivo: tasso di vaccinazione, tasso di occupazione in terapia intensiva. “La seconda fase del nostro piano, ad esempio, inizia solo quando almeno il 75% dei letti in terapia intensiva sono gratuiti per i pazienti senza COVID. Ovviamente, questo non è stato sufficiente per avere una prospettiva completa”, afferma il portavoce Frederic Sewen.

Certificati

I templi culturali di Ancienne Belgique e De Munt Brussels mostrano poco interesse nell’organizzazione di audizioni. Invece, stanno già prendendo di mira altre date, quando c’è più riammissione pubblica possibile. Al Koninklijke Vlaamse Schouwburg, stanno ancora aspettando la conferma finale se possono iniziare il loro spettacolo “Jonathan” lunedì come evento di prova.

Anche feedback positivi

La Casa della Cultura di Anversa, DeSingel, attraverso il suo direttore generale e artista Hendrik Sturm, è soddisfatta delle decisioni del comitato consultivo. “Le persone hanno giustificato la fiducia nel settore culturale e nel piano di ripresa che questo settore ha preparato”, afferma Stormi. “Abbiamo già un programma completo pronto per giugno e riceverai presto notizie al riguardo”.

READ  Il virus del raffreddore sta facendo il suo apice nel reparto pediatrico dell'ospedale di Bravis

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24