“In caso di disastro, un po ‘di carica della batteria potrebbe salvarti la vita”

In caso di grave disastro, il tuo telefono può essere il tuo soccorso. Tutti vogliono evitare di vedere l’ultima percentuale di batteria necessaria. Ricercatore TU Delft Indochri Banerjee Progettare un sistema di comunicazione in caso di disastro Autoregolamentazione per sopravvivere (Primo Maggio). Questo sistema SOS aumenta il numero di persone che possono continuare a comunicare in caso di emergenza.

Quando sarà utile SOS?

Quando si verifica un disastro, come l’uragano Katrina, lo tsunami giapponese o il terremoto in Nepal, spesso le infrastrutture importanti crollano. Non c’era più niente: niente elettricità, niente riscaldamento, ma spesso i sistemi di comunicazione erano fuori uso. Nelle prime 72 ore dopo un disastro, la comunicazione è estremamente importante. Può fare la differenza tra la vita e la morte. Le società a volte aspettano giorni o addirittura settimane per ricevere aiuto. A quel tempo, le comunità possono ancora aiutarsi a vicenda condividendo acqua potabile, coperte o pronto soccorso. Quindi hanno bisogno di telefoni abbastanza carichi per poter parlare tra loro tramite il sistema di emergenza.

Non esiste davvero un sistema di emergenza?

Nell’attuale sistema di comunicazione di emergenza, tutti comunicano con tutti, il che significa che i telefoni formano una grande rete, o la cosiddetta rete interconnessa. Troppe connessioni richiedono molta batteria. Abbiamo progettato un sistema che non importa se hai una batteria grande o piccola. Se configuriamo le connessioni in modo tale che alcune persone effettuino meno connessioni e alcune più persone, stai risparmiando la carica della batteria.

Come funziona Questo sistema Esattamente?

Cerchiamo di distribuire la potenza della batteria tra tutti. Utilizzando un’app SOS sul telefono, è possibile effettuare chiamate ad altri telefoni nelle vicinanze tramite Bluetooth, ad esempio. Ad esempio, se voglio inviare un messaggio da Leida a Utrecht, le persone intorno a me fungono da canale. In questo modo, il mio messaggio viene trasmesso a qualcuno a Utrecht in pochi passaggi. La rete è configurata in modo tale che i telefoni pieni siano più centralizzati e quindi vengano effettuate più connessioni.

READ  Un integratore alimentare che combatte l'obesità sul mercato il prossimo anno - Wel.nl

Questa rete autoregolante deve adattarsi costantemente alla situazione. Se un telefono pieno si sposta troppo lontano, stai chiamando qualcun altro. O forse diventerai tu stesso un punto focale centrale, perché hai più batteria delle persone intorno a te. Pertanto, non è necessario un sistema centrale per organizzare questo; La conoscenza locale è sufficiente.

Indochri Banerjee È ricercatore nel Systems Engineering and Simulation Group presso TU Delft. Ricerca e progetta sistemi complessi e flessibili da una prospettiva socio-tecnica.

Come testate il sistema?

Abbiamo progettato e testato il sistema SOS con un modello di computer. Abbiamo aggiunto i dati sulla quantità di energia che si perde quando si utilizza il telefono. Il livello iniziale della batteria dipende da un livello Distribuzione normaleI movimenti della folla seguono uno schema casuale. Inoltre, abbiamo modificato i valori di input del modulo. Cosa succede quando un centinaio di persone si avvicinano l’una all’altra in un’area, e se ci sono mille persone? E di cosa hai bisogno se inviano tutti un messaggio o tutti e 10? Volevamo che la rete complessiva funzionasse più a lungo. In questo modo tutti possono accedervi, indipendentemente dal fatto che la batteria rimanga molta o poca.

Quanto guadagna questo?

‘Molti! Con le reti mesh, secondo il nostro modello, il 90% dei telefoni muore entro 24 ore. Se utilizzi SOS in caso di disastro, l’80% avrà una batteria sufficiente dopo due giorni e il 75% dopo tre giorni. Poiché i disastri naturali diventano più frequenti e gravi, è importante che SOS sia disponibile su tutti i telefoni. Se il governo e la Croce Rossa lo vogliono, potrebbe essere così tra qualche anno.

LystepVuoi saperne di più sugli sviluppi tecnologici? Ordina il numero di maggio di New Scientist sul nostro sito un negozio.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24