Inizia l'operazione di salvataggio del ponte crollato di Baltimora e arriva la gru più grande

Il governo americano tiene a rimuovere rapidamente i danni, perché il porto di Baltimora è importante per il transito delle merci. Attualmente il porto è completamente chiuso alle navi.

Sollevare un peso di 1000 tonnellate

Ora c'è un'enorme gru per la pulizia, Secondo la BBC Il più grande disponibile nell'est del paese, è stato portato sul luogo dell'incidente per sollevare sezioni del ponte fuori dall'acqua. La gru, chiamata Chesapeake 1000, risale al 1972 ed è lunga 58 metri. Può sollevare un peso di 1000 tonnellate.

Nell'immagine qui sotto, puoi vedere chiaramente quanto sia massiccia la devastazione e quanto sia enorme il compito che devono affrontare le società di recupero. A destra nell'immagine c'è la nave mercantile che navigava di fronte al ponte, a sinistra nell'immagine c'è la gru:

L'incidente è avvenuto nella notte tra lunedì e martedì, quando la nave portacontainer senza timone Dali si è scontrata con uno dei piloni del ponte. Poi il ponte, con una lunghezza totale di 2,5 chilometri, crollò per gran parte della sua lunghezza.

Ne mancano altri quattro

Grazie all'intervento vigile della polizia è stato possibile fermare il traffico in tempo, ma otto operai stradali erano ancora sul ponte per riparare le buche nel manto stradale. Due di loro sono stati subito salvati dall'acqua. Sono stati recuperati i corpi di due di loro. Si ritiene che le restanti quattro persone siano morte. Non è possibile cercarli adesso, perché è molto pericoloso per i subacquei cercare tra i relitti.

Il presidente americano Joe Biden ha già annunciato che la prossima settimana si recherà a Baltimora. Vedrà il luogo del disastro con i propri occhi e parlerà con i rappresentanti del governo coinvolti nel processo di recupero.

READ  Gli afghani devono lasciare il Pakistan, ma dove dovrebbero andare?

“Ogni fase del processo di ripresa sarà difficile”, ha affermato il governatore del Maryland Wes Moore. Secondo lui ci sono pezzi di acciaio che pesano tra le 3.000 e le 4.000 tonnellate.

sostanze nocive

Al processo di recupero stanno partecipando più di 1.100 specialisti, tra cui ingegneri dell'esercito americano. Dovranno elaborare un piano per tagliare le sezioni del ponte in pezzi più piccoli in modo che la gru possa sollevarle. Viene inoltre prestata attenzione a garantire che non vi siano perdite di sostanze nocive nell'acqua. Si dice che le sostanze chimiche siano presenti in diversi contenitori a bordo della Daly. Per evitare la diffusione delle perdite, nell'acqua vengono posizionate anche pareti galleggianti.

Il Chesapeake 1000 riceve assistenza per il sollevamento da una seconda gru in viaggio verso la scena. Questa gru dovrebbe arrivare sabato.

Secondo gli esperti, il processo di pulizia potrebbe continuare per tutto il mese di aprile. La ricostruzione del ponte potrebbe richiedere anni.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24