Innocente americano uscito di prigione dopo 31 anni | all’estero

Il New York Times ha scritto che il 23enne è apparso nella foto durante un’indagine della polizia su un omicidio in un appartamento nel 1990 a seguito di informazioni su Thomas James. Si dice che questo stesso nome abbia pianificato il furto. Una fotografia dell’innocente americano è stata “identificata” da un testimone oculare e James è stato successivamente condannato all’ergastolo.

Dorothy Walton, la principale testimone e figlia del morto che si trovava nell’appartamento al momento dell’omicidio, ha detto della testimonianza in quel momento: “Sono sicura, non dimenticherò mai il suo viso e i suoi occhi”. Tuttavia, non sono state trovate ulteriori prove che James abbia commesso l’omicidio. Lo stesso James ha sempre negato la sua colpevolezza e ha affermato di non aver mai visitato l’appartamento in questione.

Per decenni, i parenti di James hanno cercato di tirarlo fuori, ma tutti i tentativi non hanno avuto successo. Anche Walton ha ammesso nel 2019 di aver messo in dubbio la sua precedente testimonianza. Il 79enne Walton non voleva “spostare l’errore nella tomba” e quindi ha collaborato a un’operazione per liberare James.

Mercoledì, il giudice ha stabilito che James è stato imprigionato “per caso” e che era “davvero innocente”. Dopo aver trascorso più della metà della sua vita in prigione, l’americano è stato rilasciato. Ha detto ai giornalisti che voleva “godersi la vita” di fronte a sua madre e alla sua famiglia.

Il vero colpevole non è stato trovato. James con lo stesso nome, che avrebbe preparato l’omicidio nel momento in cui è stato commesso, è stato imprigionato. Da allora è morto un altro possibile sospetto.

READ  Il capo del programma US Air Force si dimette: la Cina sta perdendo la battaglia contro l'IA

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24