Joan Laporta: “Avevo dei dubbi su Koeman prima” | calcio

Il presidente del Barcellona Joan Laporta ha risposto ai commenti di Ronald Koeman lunedì sera. L’ex allenatore dei catalani ha ripensato al suo licenziamento dalla squadra di calcio spagnola nella terza stagione della sua serie di documentari e anche Laporta ha avuto cosa da dire al riguardo.

Lo ha detto lunedì il presidente del Barcellona, ​​che ha lavorato per un anno esatto, parlando così alla stampa TV Barcellona Dubitare della posizione degli olandesi prima. “Alla fine della scorsa stagione avevo già i miei dubbi e ne ho parlato anche a Koeman. Voleva continuare e, visto il contesto economico e sportivo, gli abbiamo dato l’opportunità”.

Iscriversi per Aggiornamento sul calcio E tieniti aggiornato sulle ultime notizie di calcio.

Continua: “Ma con il tempo vedi le cose in modo diverso. Ci abbiamo provato, ma le cose non sono andate bene. Di conseguenza, abbiamo dovuto prendere una decisione dolorosa. Se Koeman dice che gli fa male, spero che quella sensazione scompaia presto “Può dire quello che vuole, lo rispetterò. Anche perché da allenatore ha avuto il coraggio di usare i giovani. Certo che è stato anche per le circostanze, ma devi comunque osare per farlo”.

Nella terza stagione di Furka Koman Serie di documentari sugli olandesi in video terra Koeman dice di aver dato tutto al club† †Dopo le mie dimissioni dall’FC Barcelona, ​​ho deciso di non rilasciare interviste. Questo perché volevo mettere a punto la mia storia per una volta. Tutta la storia in una volta. “L’ho fatto ed è quello che vedrai”, ha detto l’olandese. Nella serie, ha anche dichiarato di essere disposto a tornare come allenatore della nazionale all’Orange.

READ  Sport corti: Cillessen che corre sul polpaccio | gli sport

Il Barcellona sta temporaneamente pensando di trasferirsi in un altro stadio

L’FC Barcelona sta valutando il trasferimento in un altro stadio durante la ristrutturazione del Camp Nou. Il presidente Joan Laporta ha dichiarato in un’intervista al canale del club, Barça TV, che la squadra catalana potrebbe completare le sue partite casalinghe allo stadio olimpico di Montjuïc. Secondo Laporta, il Barcellona può anche continuare a giocare al Camp Nou durante il rinnovo, ma dopo ci vorrà più tempo per lavorare.

“Se evitiamo, allora ‘Montjuic’ è l’opzione più logica e praticabile”, ha detto Laporta. “Le altre opzioni sono difficili. È per una stagione, se tutto va bene. “Il Barcellona spera di ottenere il permesso di costruire dal comune il mese prossimo. Il club può quindi cercare un operaio edile. Laporta spera di iniziare a rinnovare il Camp Nou alla fine della prossima stagione .Lavori da completare entro il 2025.

Inaugurato nel 1957, lo stadio può ora ospitare quasi 100.000 spettatori. Il Camp Nou sarà aggiornato e ampliato durante il periodo di rinnovo. “Sarebbe fantastico, un gioiello architettonico”, ha detto Laporta. “Genereremo più entrate attraverso lo stadio”. L’intento è che il complesso circostante del Camp Nou offra opportunità ricreative ai residenti della città.

I membri del Barcellona hanno concordato alla fine dello scorso anno un prestito di 1,5 miliardi di euro per rinnovare ed espandere il Camp Nou. Il Real Madrid, grande rivale del Barcellona, ​​ha recentemente rinnovato lo stadio Santiago Bernabeu. Durante la ristrutturazione, i madridisti hanno giocato le partite casalinghe sul piccolo campo del loro complesso di allenamento. A causa della pandemia di Corona, il pubblico non è stato consentito.

READ  Sport Court: il gruppo di calciatori diretti al sorteggio degli Europei 2022 in Inghilterra | gli sport

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24