TGcomnews24

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, reportage e podcast relativi all'Italia

Juventus e Vitesse chiedono denaro al marchio olandese di bevande sportive O’sonyq

Ciò è evidente dal primo rapporto di fallimento di Osonic. Il curatore della galleria Frederick Barthel ha scritto che l’aspirante produttore di bevande ha subito una perdita massiccia di oltre 1,2 milioni di euro nei suoi primi due anni di esistenza, mentre il fatturato è stato inferiore a 200.000 euro.

O’sonyq ha conquistato il mercato alla fine del 2018 con una nuova bevanda sportiva che rivaleggiava con marchi classici come AA Drink, Lucozade e Isostar. Il nuovo arrivato da Rijswijk ha fatto colpo firmando immediatamente un contratto di sponsorizzazione con Juventus club italiano.

Un mucchio di accordi di sponsorizzazione

Non si è fermato qui. Una serie di accordi di sponsorizzazione sono seguiti nel 2019 con club di calcio come Velocità, AS Monaco, VfL Wolfsburg, Everton, West Ham United, Rangers e una serie di club minori.

L’azienda ha anche iniziato a sponsorizzare federazioni sportive e singoli atleti, come la Federazione Judo NJB E la federazione del nuoto KNZB E la tennista Kiki Bertens. Infine, O’sonyq ha aderito alla Johan Cruyff Foundation, che si impegna ad aiutare i bambini vulnerabili a fare esercizio.

Improvvisamente sono andato in bancarotta

Dopo quel promettente inizio, Osunik è improvvisamente fallito il mese scorso. La ricerca di RTL Z ha mostrato che le organizzazioni che erano impegnate dalla compagnia sono scese dalla nave. Ad esempio, risulta che Cruyff non ha mai ricevuto un centesimo dalla società.

Nel post solo prima Relazione sul fallimento Il curatore della galleria Frederick Barthel afferma che la Juventus ha ora portato in tribunale la filiale italiana di Osonic. Nei Paesi Bassi, sembra che siano pendenti cause legali tra la società e Vitesse.

READ  L'FC Barcelona lascia il Getafe nel turno finale e rimane in media nel titolo

Juventus e Vitis non hanno ancora risposto a una richiesta di chiarimenti. Non si sa esattamente quanto pretendono i club dallo sponsor.

cattiva gestione

Secondo il rapporto, i creditori devono ancora alla società più di due milioni di euro. Ciò include ABN Amro (288.000 euro), fornitori (più di mezzo milione di euro) e azionisti (circa 1,2 milioni di euro).

Il curatore fallimentare Barthel ha scritto che avrebbe dovuto fare più ricerche sulla potenziale “gestione impropria” in O’sonyq. Egli osserva che la società “ha assunto enormi passività nei confronti di terzi, mentre i ricavi erano relativamente marginali e il finanziamento era insufficiente per poter estinguere le passività”.

Inoltre, il curatore della mostra afferma anche che sta monitorando il fatto che Covid-19 ha “ gettato una chiave nel lavoro ”. Oggi Barthel era fuori portata per una spiegazione.

Collaboratori litigiosi

Nel frattempo, gli azionisti della società si incolpano a vicenda per i problemi.

Secondo il fondatore dell’azienda Marcel Krebec, Juventus e Vitis hanno portato Osonic in tribunale perché non ha adempiuto agli obblighi dello sponsor. “L’investitore Roy Thackerden mi ha accidentalmente buttato fuori dal consiglio di amministrazione. Dopodiché, i contratti di sponsorizzazione sono stati risolti unilateralmente. Ovviamente non è possibile. Se fossi come questo club, mi piacerebbe anche essere pagato”.

Kraaibek afferma che i contratti dello sponsor sono stati conclusi in quel momento sulla base delle garanzie dell’investitore. Potevano esserci anche importanti contratti di vendita in preparazione. “Il potenziale è enorme.”

Castelli in aria

Investitore Roy Thakoerdin, comproprietario di CC Group e grande azienda di automazione dell’Olanda meridionale il proprietario del bene immobileConferma di aver investito in azienda più di 1 milione di euro. Afferma che i tuoi dadi lo hanno ingannato. “Ha venduto castelli in aria e ha ingannato molte feste. Ma non ho voglia di andare alla casa nera. Sono un uomo d’affari e voglio solo andare avanti”.

READ  Riuscirà Hakim Ziyech a vendicarsi del Chelsea per il fallimento dell'Ajax? | calcio

Il consulente legale di Thakoerdin afferma di aver spinto il fondatore fuori rotta alla fine del 2019 dopo che è diventato chiaro che la società avrebbe avuto problemi. “Si è scoperto che molte cose non andavano bene, ma i tuoi pastori hanno continuato a prendere impegni”.

Successivamente, l’investitore aveva iniziato a ripulire Usung. “È diventato un autista contro la sua volontà. È come prendere un taxi per andare ad Amsterdam, ma poi l’autista guida la sua macchina fino a Maastricht. Poi lo tiro fuori in mezzo alla strada e tu inizi a guidare da solo”.