Khaira Hamraoui, la maltrattata giocatrice del Paris Saint-Germain, racconta la sua storia: “È stato sbattuto con una sbarra di ferro” | calcio

sulla foto che Il gruppo Sono riuscito ad afferrare la gamba di Alhamrawi. Nella parte posteriore della coscia destra, Hamrawi ha un grosso livido, una ferita aperta e una seconda ferita più sottile. Ha anche diversi punti nella gamba e nel palmo. È stata colpita anche al ginocchio e alla gamba sinistra.

La giocatrice del Paris Saint-Germain è stata interrogata alla questura di Versailles il 5 novembre e le ha raccontato una serata che si è trasformata in un incubo. Il 4 novembre, intorno alle 19:15, El Hamraoui lasciò la sua casa a Chateau. La collega e amica, Aminata Diallo, l’ha portata a cena su una Toyota Corolla con l’intero equipaggio e l’equipaggio di coaching.

Successivamente, il duo ha scelto anche Sakina Kerchaoui, terzino sinistro del Paris Saint-Germain. Lungo la strada, El Hamraoui ha detto di “non aver notato nulla di straordinario” e di non “sembrare che fosse inseguita”. Sebbene abbia anche indicato di non prestare molta attenzione a ciò che stava accadendo sulla strada, perché non stava guidando lei stessa. Verso le 19:50, i tre membri della squadra sono arrivati ​​al ristorante e si sono fermati. La cena era “ordinaria”. Secondo El Hamraoui, la squadra non ha subito tensioni dall’inizio della stagione.

“Apri la porta! Apri la porta!”

Sono tornati a casa intorno alle 22. Diallo stava guidando di nuovo. Al-Hamrawi era sul lato passeggero e Karchaoui dietro. Quest’ultima è stata lasciata a casa sua intorno alle 22:30. Poi, Diallo e Hamraoui hanno camminato lungo una strada che “ha doppio senso di marcia e non è molto ampia”, ha osservato la vittima, che vive a pochi minuti a piedi. Pochi istanti dopo, mentre stavano superando un “camion o camion abbastanza elevato” parcheggiato sul lato sinistro della strada, i due giocatori hanno visto apparire davanti alla loro auto due uomini mascherati non identificati.

READ  L'FC Barcelona lascia il Getafe nel turno finale e rimane in media nel titolo

“Al momento, non vedo un’arma”, ha detto Hamraoui alla polizia francese. Hanno subito iniziato a gridare, Apri la porta! apri la porta! “La persona al mio fianco mi ha afferrato e mi ha tirato fuori dall’auto. Afferra una sbarra di ferro nascosta nei pantaloni o sotto la giacca. Mi ha dato il primo calcio nei primi istanti dell’attacco per costringermi a uscire dall’auto. Sono caduto per strada, dopo di che l’aggressore mi ha colpito più volte con un’asta di ferro. Ho visto che mirava principalmente alle mie gambe e ho cercato di proteggermi con le mani”.

psicologo

Al-Hamrawi lo ha ammesso stato insultato molto Prima di sentire i suoi aggressori dire “uomo sposato”. Dettagli confermati da Diallo, che è stato trattenuto dal secondo uomo non identificato durante l’attacco. La scena è durata diversi minuti, “mi è sembrata così lunga”, la vittima ha poi raccontato i fatti agli agenti di polizia di Versailles. “Aminata mi ha detto che è andato più veloce. Penso che siano scappati perché le macchine stavano andando in fondo alla strada. Hanno corso nella direzione del traffico. Presto era fuori dalla vista. Penso che ci fosse un’auto che li aspettava nelle vicinanze. “

Successivamente, il centrocampista è stato portato in ospedale. Le sono stati poi concessi sei giorni di congedo per malattia e tre settimane di assenza dal lavoro. Da allora ha ripreso la sua formazione da solista. El Hamraoui è ora sotto stretta osservazione da uno psichiatra e dal club.

Fonte: Heat Newsblad / L’Equipe

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24