La catena di supermercati russa si prepara al lancio in Belgio?

Diversi segnali indicano che la serie avversaria Mere, la risposta russa ad Aldi e Lidl, si prepara al lancio in Belgio. L’azienda sta già entrando nel mercato francese e britannico.

C’è una nuova lotta ai prezzi in arrivo sulla scena dei supermercati belgi? Ufficialmente non ancora, ma sul sito Merebelgium.com Ho letto martedì che la catena di supermercati russa Mere vuole aprire quest’anno 10 negozi in Belgio. Il sito web, destinato a potenziali fornitori e proprietari di negozi, è attualmente disponibile solo in russo e inglese, ma le versioni francese e olandese sembrano essere in preparazione.

Estratto dal sito Merebelgium.com

Solo una formula di vendita al dettaglio che appartiene al gruppo di vendita al dettaglio russo Svetofor ed è attivo in Europa dal 2017. In primo luogo, nei paesi della sfera di influenza dell’ex Unione Sovietica, come Romania, Polonia e Lituania, e dal 2019 anche nel paese separato Germania, patria di Aldi e Liddell.

Recentemente, la catena russa ha iniziato a conquistare il Regno Unito e l’Europa occidentale. Conta solo su un forte supporto. Il marchio principale Svetofor ha più di 1500 negozi in Russia ed è attivo anche in Cina, Kazakistan, Ucraina e Bielorussia.

’10-20 percento in meno ‘

I semplici negozi assomigliano molto a un magazzino, a causa dei tanti pallet di prodotti alimentari primitivi, spesso da fornitori sconosciuti o da acquisti all’ingrosso di un prodotto in difficoltà. Ma dato il suo approccio aggressivo agli sconti, l’Ungheria afferma sempre che è del 10-20% in meno rispetto alla concorrenza interna.

Secondo Merebelgium.com, Mere intende “svilupparsi sistematicamente nel mercato in base alle esigenze e alle esigenze del cliente”. La giovane azienda belga Lightkommerz, fondata lo scorso ottobre nei pressi di Avenue Louise a Bruxelles, è forse il fulcro delle ambizioni del Belgio. Secondo lo Statuto, la società è attiva nel commercio al dettaglio e all’ingrosso, tra gli altri, di prodotti alimentari, elettronica e bevande e nella gestione di supermercati.

READ  Coronavirus: meno infezioni, meno punture

Lightkommerz ha lanciato Find One la scorsa settimana con i siti di lavoro in lingua francese Manager di categoriaSupponiamo che sia l’acquirente che deve decidere per una particolare classe di prodotti cosa funziona sugli scaffali del negozio e cosa no.

Anche in Francia

Se per ora i piani belgi di Meer restano un po ‘sotterranei, le ambizioni altrove nell’Europa occidentale diventeranno tangibili. Mezzo di informazione francese Capitale È stato riferito che prevede di aprire solo tre negozi in Francia nei prossimi mesi. Il Sito francese Mere Non dà numeri, ma parla di futuri negozi nelle regioni Auvergne-Rhone-Alpes e Hauts-de-France.

All’inizio di quest’anno, lo sconto è arrivato in Spagna – con un quarto negozio a breve – e secondo il loro sito web, le attività sono iniziate nel Regno Unito (con due negozi confermati), in Italia e in Austria.

Solo un negozio a Lipsia nel 2019 – Isopix

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24