La domesticazione del riso fu molto lenta, proprio come quella del grano

24.000 anni fa, nel mezzo dell’ultima era glaciale, i cacciatori-raccoglitori della Cina sudorientale mangiavano riso selvatico. Quando l’era glaciale si avvicinò alla fine, circa 13.000 anni fa, il consumo di riso aumentò notevolmente. Poi compaiono i primi segnali di una cura intensiva delle piante di riso, una sorta di presagio della “vera” agricoltura. Il riso addomesticato viene coltivato nella Cina sud-orientale da circa 11.000 anni.

Ciò è dimostrato dagli scavi a Changshan e Huashan, a sud del basso fiume Yangtze, non molto lontano da Shanghai. Una grande squadra di ricercatori cinesi, guidati da Huiyuan Lu (Istituto geologico di Pechino), descrive questa settimana le loro meticolose indagini In Scienze.

Con queste conclusioni, sembra che il riso in Cina abbia seguito un lento percorso di addomesticamento simile a quello del grano in Medio Oriente. Anche il grano selvatico veniva consumato circa 23.000 anni fa. Prima della vera domesticazione (circa 11mila anni fa), il grano veniva ampiamente consumato dai cacciatori e raccoglitori del Levante per migliaia di anni. Cuocevano perfino il pane.

Strumenti per la lavorazione del grano

Nei due siti di scavo dei ricercatori cinesi sono state precedentemente trovate tracce della più antica vera agricoltura cinese, chiamata cultura Shangshan da uno dei luoghi: resti di case, ceramiche e strumenti per la lavorazione del grano. Si tratta dell'agricoltura primitiva: se quei villaggi agricoli fossero effettivamente abitati in modo permanente o solo in determinate stagioni, ad es. Non chiaro.

Archeologi e geologi hanno ormai cominciato a scavare più a fondo in questi luoghi, raggiungendo profondità rispettivamente di tre metri e mezzo e un metro e mezzo e risalenti a 100mila anni fa. Un gran numero di strati di terreno sono stati datati utilizzando diverse tecniche (Luminescenza stimolata otticamente La data è C14). Negli strati più antichi sono già stati rinvenuti i cosiddetti fitoliti di riso selvatico, segno inaspettato che le varietà di riso dell’epoca erano più resistenti al freddo di quanto si pensasse.

READ  Science YouTuber: "Non c'è peccato più grande della noia"

I fitoliti sono piccole strutture di silicio indigeribili della pianta. Nel riso sono presenti “tipici fitoliti a membrana a due estremità” e “tipici fitoliti a forma di goccia” (Poliforme) di foglie, entrambe le specie misurano solo poche decine di micrometri. I fitoliti a forma di lacrima sono di particolare interesse perché i lati a forma di scaglie possono essere visti sul riso domestico, un risultato della capacità degli agricoltori di arricciare le foglie durante la siccità per prevenire la perdita di umidità. Il riso è considerato addomesticato se il 50% di queste pietre vegetali ha i lati a forma di scaglie. Importante è anche il rapporto tra fitoliti di membrana e fitoliti fogliari. Secondo i ricercatori, l'aumento del numero di membrane è indice di una raccolta attiva del riso da parte delle persone. Questo fenomeno è stato osservato anche circa 24.000 anni fa a Changshan e Huashan, così come l'aumento di tutti i calcoli biliari del riso.



We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24