La famosa gelateria italiana di Venezia riapre dopo dieci anni (ma in un museo)

Chiusa dieci anni fa, la famosa gelateria italiana di Venezia a Utrecht Forstraat è chiusa. Ma il salone vedrà presto una rinascita: l’azienda della famiglia De Lorenzo viene ricreata all’Open Air Museum di Arnhem.

Quest’estate il museo aprirà una mostra sugli immigrati nei Paesi Bassi. Non possono mancare gli italiani, giunti in gran numero nei Paesi Bassi nell’Ottocento e nel Novecento. Così si può ammirare la gelateria anche a Guido De Lorenzo, emigrato nel 1928.

Interamente in stile anni ’60, con sedie e tavoli eleganti, un tavolo originale e una teca decorata con immagini di canali e torrette veneziane. Le lampade e i tubi fluorescenti a forma di gondola sono prodotti appositamente da Philips.

Ora un gelato su Jansbrug

La famiglia De Lorenzo non ha mai smesso di commerciare gelato. La terza generazione ora gestisce una bancarella di gelati a Jansbrug. È un sogno diventato realtà per la famiglia che la gelateria del nonno al museo abbia una seconda vita. L’incoronazione dell’impresa del nonno, Romana di Lorenzo, vi si oppone RTV Utrecht. Quando il museo potrà riaprire i battenti in estate, anche la famiglia sarà presente, non solo come un orgoglioso visitatore, ma anche per un gelato.

Leggi anche:

Arriva la primavera, tempo molto buono per il gelato: “Ci è concesso di nuovo”

Sarà bella la primavera nelle file davanti alla gelateria per i prossimi giorni. Il ristorante più famoso di Rotterdam si sta preparando per il trambusto da giorni. Il proprietario è molto contento. “Possiamo andare di nuovo!”

READ  Autore (91) di un libro per bambini defunti, Rupsje Nooitgenoeg

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24