La NATO tace sul ritiro richiesto dal Cremlino dall’Europa orientale

Il giorno dopo che la Russia ha chiesto alla NATO di ritirare tutte le truppe e le armi dall’Europa orientale, la NATO deve ancora rispondere ufficialmente. Un alto generale della NATO avrebbe proposto di estendere internamente la presenza militare a Bulgaria e Romania.

La Russia ha portato un pacchetto di richieste è uscito ieri. Oltre a ritirarsi dall’Europa orientale, il Cremlino chiede anche di garantire che l’Ucraina e gli altri stati ex sovietici non aderiscano mai alla NATO. Solo allora la situazione intorno all’Ucraina potrà calmarsi, afferma la Russia.

In una prima risposta, un diplomatico della Nato ha affermato ieri che la Russia non può porre il veto all’espansione dell’alleanza. Come ha rifiutato un funzionario statunitense: “I russi sanno che ci sono cose in questi documenti che per noi sono inaccettabili”.

Il comando della NATO e la leadership politica degli Stati Uniti devono ancora commentare il pacchetto di richieste.

Truppe in Bulgaria e Romania

Il settimanale tedesco Der Spiegel ha riferito oggi che il generale della NATO Todd Walters vuole espandere la presenza militare in due nuovi paesi: Bulgaria e Romania. Si dice che il più alto soldato degli Stati Uniti abbia detto questo durante un incontro video con alti soldati dei paesi della NATO.

Secondo Walters, la presenza della NATO nell’Europa orientale dovrebbe essere ampliata a causa dell’accumulo di forze russe al confine orientale dell’Ucraina. Il quartier generale della NATO ha rifiutato di commentare il messaggio di Der Spiegel.

In questo video, puoi vedere come le tensioni sull’Ucraina siano aumentate notevolmente di recente:

READ  L'Occidente critica che Putin ringrazia i russi per la loro fiducia nelle elezioni

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24