La natura oggi | Organizzare il gruppo per il futuro

Varie parti della collezione Naturalis sono cadute in rovina. L'arretrato amministrativo è dovuto a vari motivi, tra cui la significativa crescita del gruppo dovuta a fusioni, nuovi lavori di costruzione, trasporti di massa, la pandemia di Corona e arretrati del passato. Per sbarazzarsi di questo arretrato, Naturalis ha avviato un grande progetto chiamato “CollAction”.

Il progetto è stato reso possibile grazie ad un contributo finanziario del Ministero dell’Istruzione, della Cultura e della Scienza. Recuperare il ritardo di un gruppo è un lavoro specializzato. Diversi tipi di gruppi richiedono quindi il proprio approccio. “Per questo motivo, questo progetto è organizzato in una serie di pacchetti di lavoro attraverso i quali il lavoro viene svolto”, afferma Steven van der Meij, Collection Policy Officer. “In questo modo, il team di CollAction sta riportando la collezione a uno stato che consentirà la ricerca futura”.

Tesoro di dati

La Torre della Collezione Naturalis ospita più di 43 milioni di oggetti di storia naturale. Composta da piante, animali, funghi e minerali, questa enorme collezione costituisce un catalogo della Terra e di tutta la vita su di essa. Tutte queste cose sono di grande valore per la scienza. Insieme costituiscono una ricchezza di dati biologici e geologici. La collezione costituisce la base per la ricerca sul passato, presente e futuro della biodiversità. Questa è sicuramente una necessità di questi tempi, perché per proteggere la natura bisogna prima comprenderla (meglio).

Rischi per il gruppo

Mantenere una collezione di oltre 43 milioni di oggetti in buone condizioni per le generazioni future è una responsabilità enorme. Questa enorme collezione è stata accumulata nel corso dei secoli e richiede molta manutenzione, poiché le collezioni di storia naturale sono molto sensibili all'usura. Gli oggetti conservati in liquidi, come alcol o formalina, possono seccarsi e perdersi a causa dell'evaporazione dai barattoli che perdono. Gli spilli degli insetti possono ossidarsi ed espandersi, provocando il collasso del corpo. Se le scatole sono troppo piene, i fossili si schiacciano e si danneggiano a vicenda. Questi processi continui fanno sì che la qualità delle cose si deteriori lentamente.

READ  Elly (22): “Ho sempre i crampi 4 ore dopo la vecchia partita tra le lenzuola”.

Collezione di farfalleRaccolta alcolici

Raccolta in mani sicure

CollAction è iniziata nel gennaio 2024 e dovrebbe durare due anni. Il piano richiede molta manodopera, motivo per cui sono stati impiegati più di 25 dipendenti. Insieme formano il team CollAction. Il team a volte è scioccato dalle condizioni della collezione, ma lavora duro ogni giorno per controllarla e rimetterla in ordine. “Il lavoro che svolgiamo in questo progetto è vario, perché lavoriamo con molti tipi diversi di collezioni”, afferma Valerie van de Scherer, una collaboratrice del progetto. “Abbiamo ad esempio scarafaggi, farfalle e ora ossa di mucca”. “Penso che la cosa più unica di questo business sia che possiamo lavorare con così tante opere d'arte diverse.” Il lavoro del team include la pulizia, l'organizzazione, l'imballaggio, l'inventario, la selezione o la digitalizzazione degli elementi della raccolta.

Un progetto ricco di storie

Scarabeo dorato

Questa squadra vede gran parte del gruppo ogni giorno. Pertanto, a volte incontrano sorprese speciali. Talvolta una collezione storica viene allestita o mantenuta in modo molto diverso da quanto avviene oggi. Ad esempio, parte della collezione di farfalle dell’Apollo è stata conservata utilizzando il naftalene dall’odore forte, una sostanza chimica ora vietata e utilizzata nella naftalina. “L'odore era così fastidioso da disturbare gli altri dipendenti del laboratorio”, afferma il collaboratore del progetto Mickey Boehmer. “In questo progetto incontriamo regolarmente sorprese del genere”, aggiunge Sabine Hilgersum. “Dobbiamo quindi lavorare in modo flessibile e risolvere il problema”. “Poi ci siamo trasferiti in un altro laboratorio. Potremmo usare le cappe chimiche lì in modo che l'odore non ci disturbasse.”

“La cosa migliore di questo lavoro sono gli straordinari oggetti da collezione che a volte incontriamo”, afferma la responsabile del progetto Tamar van Mierkerk. Nella collezione degli scarabei, il team ha trovato gemme scintillanti: scarabei dorati. In passato, su un certo numero di coleotteri è stato spruzzato un sottile strato d'oro in modo da poter scattare immagini degli scarabei al microscopio elettronico. “La cosa migliore che ho trovato è stata una collezione di piccoli anemoni per l'allora principessa Juliana”, dice Valerie. “L'abbiamo trovata con una foto di Juliana e un piccolo messaggio. Così si vede davvero che tipo di storia c'è dietro la collezione.”

READ  Un uomo che ha avuto 217 vaccinazioni ha ancora un ottimo sistema immunitario

maggiori informazioni:

  • Il team di CollAction condivide le proprie esperienze e scoperte su Pagina di raccolta. In questo modo puoi rimanere aggiornato con le ultime notizie e storie di CollAction.
  • In caso di domande, contattare Steven van der Mije, Chief Collection Policy Officer, all'indirizzo [email protected]

Testo: Omaima Al-Zamouri, Centro per la Biodiversità Naturale
Foto: Centro per la Biodiversità Naturale. Pippo te lo dirà; Nico Garstmann; Setsky de Wart

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24