La parola “matematica” deriva anche dall’avversione olandese per i prestiti linguistici

Ton Den Bon ha scritto nella sua sezione linguistica Che quando usava la parola “pugno” sul giornale poteva sedersi e aspettare persone che pensavano che dovesse essere un “pugno”. Descrive come il pugno sia usato sempre di più come sinonimo completo di pugno. Quindi il pugno lentamente ottiene una presa (o presa) sul pugno.

Ma puoi avere sinonimi completi che cambiano posto, il che non è sempre possibile con pugno e pugno. Quando si entra in un tatami, un judoka può dire “Dio benedica il pugno” come una preghiera veloce, ma “Dio benedica il pugno” è qualcosa di più per Max Verstappen quando entra in pista con le gomme nuove. (E “Dio benedica la rete” è per le persone che sperano che nulla vada storto all’inizio di quella Formula 1.)

Alcune persone hanno poca comprensione degli effetti dell’inglese sulla lingua (gioco di parole). Tuttavia, la tendenza a utilizzare un’alternativa puramente olandese quando disponibile non è nuova.

In effetti, la parola “matematica” è una conseguenza di ciò. Pensa a una lingua diversa dall’olandese e pensa a cosa contiene la parola matematica. Quasi ovunque nel mondo è derivato da (Ars) matematica. Se la matematica, che consiste nella parola saggezza, non sono le costanti (arte) della saggezza. La saggezza qui ha il vero significato, poiché può essere ascoltata anche in “incertezza” e “chiaro e vero”. Pertanto, la matematica è l’arte della verità.

Simone Stefano

Simon Stephen (1548-1620) fu uno dei primi ad usare la parola Wisconsin in modo coerente. Voleva che i suoi libri fossero pratici e, per raggiungere il suo pubblico (come i geometri e gli astronomi), sentiva che questi libri dovevano essere scritti in volgare. Per i concetti matematici, le parole prese in prestito dal latino erano la scelta più ovvia: punto, linea, cerchio, ecc. Usiamo ancora queste parole. Ma presto ci fu un vivace boom di alternative: a punta, a righe, tonde, ecc.

Un buon esempio di un libro in cui i prestiti latini sono stati evitati il ​​più possibile è stata la prima edizione completa di Elementi Euclide in olandese. Gli Elementi è il libro di matematica più importante e più stampato della storia (e, come la Bibbia, ha avuto molte traduzioni, anche se i matematici hanno una propensione notevolmente inferiore ad adattare il contenuto alla nuova era – non ci troverai birra – Ed Euclide è sempre in maiuscolo, come il dio della geometria).

classe Jan. Vooght fece la prima traduzione completa nel 1695, in cui coloro che odiano i prestiti linguistici possono sbizzarrirsi: Oltre al suddetto punto, rigato e arrotondato, il centro divenne centro, la circonferenza divenne circonferenza, la forma divenne immagine, l’isoscele divenne isoscele e il diametro divenne mediano , è diventato diagonale, la barra d’angolo e il parallelogramma sono diventati paralleli. Alcune di queste parole le usiamo ancora, in altre vinse il latino. A volte la battaglia è titubante: ora diciamo cerchio, ma l’alternativa al semicerchio è ancora in uso: un emisfero.

È un peccato che alcune parole siano morte

C’erano molte varianti di alcune parole. Kloot (può ancora essere ascoltato in aardkloot) e bol (globo) sono stati usati in tandem al posto della palla; Il basso e la crosta si sono verificati come sinonimo di arco. L’oceano in questione era anche chiamato oceano e lo usiamo ancora. È un peccato che si perdano alcune parole: il raggiungimento è molto più bello del completamento. E la morte ha vinto solo in quella famosa espressione del cubo.

Nulla impedisce ai fondamentalisti che preferiscono controllare gli olandesi di utilizzare nuovamente queste alternative. Perché, come si suol dire, quando si tratta di pagamento, probabilmente creerai un’immagine con molte parole in prestito. E diciamocelo: ha anche un effetto indiretto sul lettore.

READ  Lo studente di astronomia di Leida riceve un raro 10 per la sua tesi | interni

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24