TGcomnews24

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, reportage e podcast relativi all'Italia

La riapertura limita il fatturato di GrandVisi Optics …

Le vendite di GrandVision Optics Group, società madre della serie Pearle, tra le altre cose, sono rimaste ragionevolmente stabili nel primo trimestre di quest’anno a causa della riapertura dei negozi e delle buone vendite online.

Secondo GrandVision, quasi il 95% dei negozi ha riaperto alla fine di marzo, dopo che molti negozi sono stati costretti a chiudere a causa della crisi Corona.

Le vendite sono diminuite del 3 percento a 899 milioni di euro nell’ultimo periodo rispetto all’anno precedente. Se si guarda al primo trimestre del 2019, molto prima di Corona, il volume delle vendite era ancora visibilmente inferiore. L’utile operativo di GrandVision è quasi raddoppiato a 79 milioni di euro, grazie, tra le altre cose, al risparmio sui costi.

centri commerciali

Alla fine di marzo, GrandVision aveva un totale di 7.247 negozi in tutto il mondo, la maggior parte dei quali in Europa. Secondo l’azienda, la Francia è stata la più colpita dalle chiusure obbligatorie dei negozi, con circa 300 sedi temporaneamente chiuse durante questo periodo. Si tratta principalmente di attività nei grandi centri commerciali. Le vendite online di GrandVision sono aumentate del 35%.

Il CEO Stefan Burchert afferma che l’azienda sta dimostrando una buona capacità di recupero di fronte a crisi e incertezze persistenti. Il numero di client è ancora inferiore rispetto a prima dello scoppio del virus. Ha inoltre indicato di rimanere a favore dell’acquisizione di GrandVision da parte della società italo-francese Essilor Luxottica. EssilorLuxottica, la società madre del marchio di occhiali Ray-Ban, ha deciso di pagare più di 7 miliardi di euro alla società olandese nell’estate del 2019. Ma la crisi Corona ha creato discussioni legali sull’accordo.

READ  La Francia vuole manipolare le regole del bilancio dell'Unione europea

Assenso

A marzo la Commissione Europea ha approvato l’acquisizione. Inoltre, GrandVision deve abbandonare la catena di occhiali da vista Eye Wish. La stessa EssilorLuxottica ha suggerito a Bruxelles di eliminare i negozi in diversi paesi per accettare l’accordo. Nei Paesi Bassi, 142 negozi della catena Eye Wish saranno venduti con il marchio.