L’allenatore dell’Anderlecht Vincent Kompany suscita indignazione dopo il razzismo a Bruges, e il club cerca i colpevoli | calcio

“Siamo stati sgridati per le scimmie marroni durante una partita qui”, ha detto l’ex nazionale belga a Eleven Sports. “Torno a casa deluso.”

Kompany ha saltato la conferenza stampa obbligatoria dopo. “Le scimmie marroni, la squadra e i giocatori mi hanno chiamato dai tifosi di Bruges per tutta la partita. Sto davvero attraversando un periodo difficile con quello. Potresti dire qualcosa di divertente, ma siamo qui con tante persone che hanno dato tanto al nostro Paese. Siamo venuti qui solo per giocare a calcio. Non voglio litigare con il Club Brugge, ma voglio davvero tornare a casa. Voglio passare del tempo con le persone che sono importanti per me”.

una dichiarazione

Nel frattempo, il Club Brugge ha annunciato che farà tutto il possibile per rintracciare i tifosi. Questo segna il numero 2 nella competizione belga su Twitter. “Il club ha annunciato che, oltre ai servizi necessari, farà quanto necessario per identificare i colpevoli e imporre un divieto extragiudiziale sugli stadi”, ha aggiunto.

L’allenatore del Club Brugge Philippe Clement ha dichiarato poco dopo la partita di non aver sentito alcun rumore razzista. “Ma se qualcuno dice queste cose, questi non sono affatto i valori che il Club Brugge rappresenta”, ha detto. Pochi istanti dopo, il club ha seguito una dichiarazione. Il Club Brugge, i suoi tifosi, l’associazione dei tifosi, lo staff, i giocatori, lo staff e il Consiglio di amministrazione condannano con forza ogni forma di razzismo. Questi individui non rappresentano i valori e gli standard del nostro club e non hanno posto in Jan Bridle”.

Anche la polizia di Bruges sta prendendo sul serio il caso e ha avviato un’indagine di propria iniziativa. “Cercheremo di raccogliere foto dallo stadio”, ha detto una portavoce della polizia di Sporza. “La polizia cercherà anche di interrogare i testimoni, per cercare di scoprire esattamente cosa è stato chiamato. Non ci facciamo illusioni, sarà difficile dimostrarlo e dimostrarlo. Ma lo stiamo prendendo sul serio e cercheremo di indagare su tutto. “

READ  Esther era la più grande rivale della sorella gemella Lillian, e ora è la sua più grande fan

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24