L’Australia è preoccupata per l’attacco della stregoneria cinese nel Pacifico | All’estero

Wong è in visita di più giorni nelle nazioni del Pacifico, seguendo le orme del collega cinese Wang Yi, anche lui in tournée. Pechino sta cercando di espandere la sua influenza nella regione e il mese scorso ha firmato un trattato di sicurezza con le Isole Salomone, facendo arrabbiare Australia, Nuova Zelanda e Stati Uniti.

L’Australia ha affermato che il trattato aprirà probabilmente una base militare alla Cina nel gruppo di isole, che si trova nel nord-est del paese. Questa potrebbe essere la prima volta che le navi della marina cinese possono attraccare in questa parte dell’Oceano Pacifico.

Secondo i documenti trapelati, la Cina è, tra l’altro, alla ricerca di un accordo di libero scambio con dieci nazioni insulari e fornisce aiuti per milioni di euro. Lo stato può anche formare la polizia locale, aumentare l’accesso alle risorse naturali e mappare le aree marine sensibili.

“Abbiamo espresso pubblicamente le nostre preoccupazioni per questo accordo”, ha detto Wong nella capitale delle Fiji, Suva. Ha sottolineato che il riavvicinamento con Pechino ha conseguenze per le nazioni insulari. Riteniamo importante che la sicurezza della regione sia determinata dalla regione stessa.

Giovedì, durante una visita alle Isole Salomone, il ministro cinese Wang ha criticato l’accordo di sicurezza concluso di recente. Ha detto che il trattato è stato “offuscato” e ingiustamente criticato.

READ  Presidente Xi: la Cina non costruirà più centrali elettriche a carbone all'estero

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24