L'avvincente storia dei 75 anni di ASTRON: “Il cielo è il limite”

Anche se Elzinga ha lavorato per ASTRON solo per un anno e mezzo, negli ultimi anni ha raccolto molte immagini. Venne a lavorare a Dwingeloo, ma gli piacque una gita ai radiotelescopi di Westerbork. “In realtà è fuori dal mondo. Stimola la tua immaginazione perché queste cose sono dirette verso l'universo. Cosa ricevono? C'è vita? Gli UFO? In realtà è una cosa molto eccitante. Per me è ancora impressionante.”

Ma portare gli scienziati a Westerbork non è stato facile. All'epoca in cui il governo designò il sito, era ancora utilizzato come Woonoord Schattenberg. Per costruire i radiotelescopi si dovette demolire la Caserma n. 80 e le Baracche 1, 3, 4, 5 e 101 perché erano d'intralcio. Con l'arrivo dei telescopi la provincia ha voluto fare del luogo una “degna meta” di pace e tranquillità.

Agli abitanti della caserma delle Molucche è stato chiesto di andarsene, ma si sono rifiutati, dopodiché è stato schierato un “esercito di cinquanta agenti di polizia di Assen armati di carabine, di cui dieci a cavallo”. “Le finestre furono distrutte per far uscire i mobili fatiscenti, dove furono caricati sui camion”, scrisse il giornale Dagblad Van Nederland in quel famigerato giorno di gennaio del 1966.

READ  L'Unione europea vuole il libero accesso al lavoro scientifico

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24