Le condizioni meteorologiche estreme in Italia provocano morti e milioni di danni

Il maltempo estremo ha causato molti danni e morti in Italia negli ultimi giorni: almeno cinque persone sono morte. Nel torrido sud, tre persone anziane sono state uccise e altre uccise quando non potevano uscire di casa abbastanza velocemente mentre gli incendi avanzavano. Sempre al nord, una ragazza di sedici anni e una donna sono morte per la caduta di alberi a causa del forte vento, della grandine e di un nubifragio.

Il sud Italia è stato colpito da una grave ondata di caldo la scorsa settimana. A Palermo, in Sicilia, il termometro ha toccato i 47 gradi, infrangendo il record di 44,8 gradi stabilito nel 1999. Lunedì in Sardegna c’erano 48 gradi.

L’aeroporto è stato chiuso a causa dell’incendio boschivo

A causa del caldo e della siccità, negli ultimi giorni nei distretti meridionali si sono diffusi centinaia di incendi boschivi. Il telegiornale pomeridiano del canale televisivo Roy 2 ha riferito mercoledì che più di mille ettari di foresta sono stati distrutti in Sicilia. L’aeroporto di Palermo è rimasto chiuso per diverse ore martedì mattina mentre l’incendio si avvicinava pericolosamente.

La Sicilia orientale è rimasta senza elettricità per diversi giorni perché i cavi elettrici sotterranei sono stati danneggiati dal caldo. Gli incendi si sono diffusi anche nelle regioni meridionali della Calabria e della Puglia. Nella notte di martedì, duemila turisti hanno dovuto lasciare i loro alberghi a Vieste, sulla costa pugliese.

Grandine molto grande

Nel frattempo, gli italiani nel nord del Paese sono stati colpiti da forti temporali, venti e devastanti grandinate. Lunedì un volo da Milano diretto negli Stati Uniti è dovuto atterrare a Roma dopo essere stato danneggiato da una grossa grandinata. Quel giorno fu scoperto nei pressi di Portinone un chicco di grandine di diciannove centimetri di diametro: il più grande chicco di grandine mai rinvenuto in Europa.

Forti grandinate sono un evento normale nel nord Italia durante l’estate, ma il cambiamento climatico potrebbe aumentarle in modo significativo, dicono gli esperti. “Il 30 percento negli ultimi dieci anni”, riferisce il ricercatore Sande Laviola sul sito web di notizie Posta in. La grandine ha distrutto i finestrini delle auto, i tetti dei fienili e i raccolti.

Milano è stata colpita da grandine e venti fino a 100 chilometri orari nelle prime ore di martedì dopo un mese di pioggia. “Questa è la prima volta che lo provo in 65 estati della mia vita”, ha scritto su Facebook il sindaco Pepe Sala. La tempesta ha abbattuto centinaia di alberi, spezzato i cavi del tram, allagato gli scantinati e strappato i tetti delle case. Mercoledì i vigili del fuoco di Milano erano ancora impegnati nella pulizia di strade e strade.

Danni in crore

Ora che l’aria fredda si sta riversando sull’Europa meridionale e le temperature stanno tornando alle normali temperature estive, gli italiani possono riprendersi e assorbire i danni meteorologici della scorsa settimana. Le stime si aggirano intorno alle centinaia di milioni di euro.

“Niente è più come prima”, ha detto mercoledì al quotidiano il ministro della Protezione Civile Nello Musumesi. La Stampa. “Se non agiamo, continueremo a piangere le morti e staremo a guardare mentre il nostro territorio viene distrutto”.

Se i principali sindacati italiani sono all’altezza, la mossa dovrebbe prevedere innanzitutto misure per proteggere meglio i lavoratori all’aperto come operai edili, addetti alle consegne di cibo e raccoglitori di frutta dal caldo sempre più frequente e prolungato. I sindacati stanno negoziando con il governo e le organizzazioni dei datori di lavoro per adeguare le condizioni di lavoro quando fa o si sente più caldo di 35 gradi. Negoziano, tra le altre cose, turni di lavoro adeguati, abiti da lavoro più leggeri, pause extra e la disponibilità di creme solari.

Gli oceani amano i bagni caldi

Le acque del Mediterraneo raggiungono una temperatura media di 28,71 gradi Celsius. Lo ha riferito un centro di ricerca spagnolo. Gran parte della regione mediterranea sta vivendo un’ondata di caldo.

In precedenza, il 23 agosto 2003, l’acqua era a 28,25 gradi. Temperature di oltre 30 gradi sono state misurate in zone di mare tra la Sicilia e Napoli, 4 gradi sopra la norma. Le alte temperature minacciano la vita marina. Durante le ondate di caldo nella regione tra il 2015 e il 2019, una cinquantina di specie animali come coralli e molluschi hanno subito morie di massa.

In Florida le temperature del mare sono ancora più estreme: nel Parco Naturale delle Everglades sono stati misurati 38,44 gradi. Generalmente la temperatura in questa regione varia tra i 23 ei 31 gradi.

All’inizio di questo mese, l’Organizzazione meteorologica mondiale delle Nazioni Unite ha riferito che le temperature globali degli oceani hanno raggiunto livelli record da maggio, a causa di una combinazione di riscaldamento globale ed El Niño.

Per saperne di più:

Un record di manche dopo l’altro viene battuto. I quattro eventi climatici più importanti di oggi di fila

La settimana più calda mai registrata a livello globale, con caldo nell’Europa meridionale e incredibilmente poco ghiaccio marino intorno all’Antartide. Il 2023 è un anno intenso soprattutto a causa dei cambiamenti climatici e di El Nino.

READ  L'Italia arresta dozzine di membri della mafia nel traffico di armi e cocaina | All'estero

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24