Le emissioni di anidride carbonica della Cina hanno iniziato a diminuire

Le emissioni di anidride carbonica della Cina sono diminuite. Nel marzo 2024, le emissioni sono diminuite del 3%, ponendo fine a un aumento di 14 mesi iniziato con la riapertura dell’economia dopo la revoca dei controlli “zero Covid” del paese nel dicembre 2022. Gli esperti prevedono che le emissioni in Cina raggiungeranno il picco nel 2023, e lo faranno cominciano a diminuire da ora in poi.
Nuova analisi di Carattere del carbonioQuesto rapporto, basato su cifre ufficiali e dati commerciali, rafforza l’idea che le emissioni della Cina potrebbero raggiungere il picco entro il 2023.
Le forze trainanti del calo di CO2 nel marzo 2024 sono state l’aumento della produzione solare ed eolica, che ha coperto il 90% della crescita della domanda di elettricità, e il calo dell’attività di costruzione.

Si è fermata anche la crescita della domanda di petrolio.

Le emissioni di anidride carbonica della Cina potrebbero raggiungere il picco nel 2023 se la costruzione di fonti di energia pulita verrà mantenuta ai livelli record dello scorso anno.

La crescita dell’energia eolica e solare ha portato a un calo della quota dei combustibili fossili nella produzione elettrica cinese dal 67,4% dell’anno precedente al 63,6% nel marzo 2024, nonostante la forte crescita della domanda.

Il passo indietro della Cina sconfigge i critici che sostengono da anni che tagliare le emissioni in Europa non ha senso finché la Cina non fa nulla. Questa è sempre stata una sciocchezza – la Cina sta facendo di tutto per combattere la crisi climatica – ma ora questo si riflette anche nei numeri.

READ  La prima grande delusione della COP26 è realtà

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24