L’euro promesso dall’Arabia Saudita non è imminente e il piano B sembra necessario

Valentino Rossi | Foto © motogp.com

I finanziamenti per il nuovo team VR46 Racing MotoGP stanno iniziando a sembrare sempre più un gioco mal eseguito. L’Arabia Saudita Holding “Tanal Entertainment Sport & Media” ha già annunciato qualche mese fa la sua collaborazione con il nuovo progetto VR46 Racing MotoGP, ma a tutt’oggi sembra tutto come vuote promesse, per non parlare di un vero affare. Impegno o trasferimento del budget “impegnato”.

La storia è ormai nota. VR46 Racing debutterà come team nella classe MotoGP nel 2022. Oltre al fatto che Valentino Rossi ha firmato un contratto quinquennale con Dorna per essere attivo in prima divisione come team indipendente, un accordo triennale con Ducati per fornire due MotoGP, è entrata in partnership con Tenal Entertainment Sport & Media. , la holding di Sua Altezza Reale il Principe Abdulaziz bin Abdullah Al Saud dell’Arabia Saudita, che fornirà il budget necessario e farà del gigante petrolifero Aramco il suo principale sponsor nei prossimi cinque anni.

Bella storia, ma dopo mesi sembra sempre di più che tutto sia più bello di quanto non sia in realtà. Finora, la compagnia petrolifera statale saudita Aramco non vuole sapere pubblicamente che servirà come title sponsor della squadra in futuro e sembra che gli accordi presi finora siano arrivati ​​poco.

Una settimana fa, il principe saudita Abdulaziz bin Abdullah Al Saud, che è responsabile di Tanal, ha organizzato un video incontro con un certo numero di giornalisti d’élite del motorsport italiano, in cui ha assicurato loro che i pagamenti promessi sarebbero stati ufficialmente approvati durante una riunione di mercoledì, 25 agosto. Ciò includerà i 18 milioni di dollari che verranno trasferiti annualmente nei prossimi cinque anni al nuovo progetto MotoGP di The Doctor.

READ  La delusione di Mahmudov per non sentire Dordrecht: 'Vorrei fare chiarezza'

Tuttavia, giovedì a Silverstone è diventato chiaro che il caso era stato rinviato per la millesima volta e ora è stato spostato al 31 agosto. Ora è anche chiaro che le persone dietro le quinte di VR46 Racing sono già al lavoro sul piano B.

Giovedì in vista del Gran Premio di Gran Bretagna al Monster Energy, Valentino Rossi ha chiarito alcune cose nel suo resoconto mediatico, ma tutti possono dire dalle parole del nove volte campione del mondo che le cose per ora non stanno andando bene secondo i piani . .

Valentino Rossi: “Non ho intenzione di precisare gli ultimi dettagli di questo progetto qui oggi perché ho altro da fare ora. Uccio e gli altri ci stanno lavorando, e so solo che il lavoro nel nostro team MotoGP sta procedendo costantemente. Ma non devi chiedere a me ma alla mia gente per i dettagli. Comunque, sinistra o destra, funzionerà in un modo o nell’altro e la prossima stagione ci sarà comunque un team VR46 Racing MotoGP sulla griglia.

Ormai è chiaro che tutto non sta andando secondo i piani, che nessun impegno è stato ancora rispettato, e non è più un segreto, senza contare che nessuna cifra è già stata versata al budget promesso dallo sponsor di 18 milioni annui. Sembra che il giorno in cui non ci sia altra scelta che attuare il Piano B si avvicina sempre di più. Non è noto se i problemi sorti siano legati anche al fatto che nelle ultime settimane sia stato sospettosamente silenzioso sulla selezione del secondo pilota del team, insieme all’ormai confermato Luca Marini, ma sembra molto probabile.

READ  Novità Corona: il settore giovanile minaccia con nuove misure



Link utili Monster Energy British Grand Prix:

Calendario e risultati completi
Dove seguire in TV
rapporto visivo

Sostenitore di Racesport.nl

Sei un visitatore fedele di questo sito, vuoi supportare il lavoro della redazione di Racesport.nl e avere anche la possibilità di vincere regolarmente fantastici premi?

Diventa subito un sostenitore di Racesport.nl. Maggiori informazioni: www.racesport.nl/supporter

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24