L’industria norvegese del salmone d’allevamento sta soffrendo di morti di massa

Un allevamento ittico al largo della costa norvegese

Noos Notizie

  • Rollin Creighton

    Corrispondente dalla Scandinavia

  • Rollin Creighton

    Corrispondente dalla Scandinavia

L’industria del pesce d’allevamento è il settore alimentare in più rapida crescita nel mondo. La piscicoltura sembra essere una soluzione sostenibile per combattere la pesca eccessiva. Ma il settore soffre di morie di massa tra i pesci d’allevamento. In Norvegia, il più grande produttore mondiale di salmone d’allevamento, lo scorso anno sono morti prematuramente oltre 65 milioni di pesci d’allevamento. I pesci d’allevamento sono estremamente importanti per l’economia norvegese, ma la loro morte lascia un retrogusto amaro e alimenta il dibattito su questo metodo di piscicoltura intensiva.

L'allevatore di salmoni Jørgen Viksund salta con grazia dal suo battello a vapore nel suo allevamento ittico, a un chilometro dalla costa norvegese occidentale, vicino a Bergen. Accanto alla casa nel vivaio ci sono sei grandi stagni rotondi usati come gabbie per i pesci. “Abbiamo circa 100.000 salmoni in ogni rete”, afferma Viksund. “Nel primo anno vengono coltivati ​​in laboratorio, poi vengono trasportati in mare e nuotano qui per un altro anno e mezzo, fino a quando il loro peso raggiunge i 5 chilogrammi.”

Intorno agli stagni sono stati creati dei sentieri affinché i contadini possano raggiungere tutto. Devono fare controlli casuali ogni settimana, controllando che dieci pesci in ogni gabbia non presentino pidocchi di mare. Questo minuscolo parassita si nutre della carne e del sangue del salmone vivo. “Dovresti guardare soprattutto la parte inferiore, vicino alla coda. È qui che i pidocchi di mare amano sistemarsi.”

I pidocchi di mare rappresentano una grave minaccia

“L'intero processo è molto stressante per i pesci d'allevamento”, afferma Injon Somerset dell'Istituto veterinario di Bergen. “Molti pesci si feriscono mentre pompano. Ad esempio, la testa o la parte superiore colpiscono la parete della pompa.”

“Un parco acquatico senza semafori”

Secondo Lars Hege Steen del Norwegian Sea Research Institute, questo metodo è difficile anche per i pesci d'allevamento. “Puoi paragonarlo a un parco acquatico senza semaforo, dove decine di migliaia di pesci si scontrano tra loro in un flusso continuo.”

Inoltre, eliminare i pidocchi a bordo è un attacco alla salute dei pesci. Un metodo consiste nel mettere il pesce in acqua tiepida per alcuni secondi, in modo da liberare i pidocchi. Un altro modo è sciacquarli con acqua o lasciarli nuotare in acqua dolce. “È tutto stressante per i pesci”, afferma Somerset.

Nell’allevamento di salmoni dove lavora Viksund, ora hanno la loro “nave per la rimozione dei pidocchi”. “Così almeno c'è meno stress e puoi prendere le cose più lentamente, il che è meglio per i pesci.”

Allevamento ittico di Viksund, al largo della costa norvegese occidentale vicino a Bergen

I pidocchi di mare rappresentano una minaccia non solo per il salmone d'allevamento, ma anche per il salmone selvatico, il panda norvegese. Il numero di salmoni selvatici è un indicatore dello stato della natura norvegese. I giovani salmoni selvatici che nuotano vicino alle reti contenenti pesci d'allevamento vengono infettati dai pidocchi di mare. Anche i pesci d’allevamento sfuggono alle gabbie, contaminando successivamente il salmone selvatico.

I ricercatori dell’Istituto veterinario norvegese hanno recentemente lanciato l’allarme. Il tasso di mortalità di massa dei pesci d’allevamento è in costante aumento; Nel 2023, oltre 65 milioni di pesci d’allevamento moriranno prematuramente. Nel 70% dei casi ciò può essere attribuito a infezioni, ferite e contusioni. Inoltre, il processo di eliminazione dei pidocchi indebolisce il sistema immunitario dei pesci, il che significa, ad esempio, che le ferite guariscono meno rapidamente.

READ  L'eurodeputata Kylie vuole che il lavoro riprenda, "ma sarebbe oltraggioso"

“Intervento necessario”

A peggiorare le cose, quest’inverno un gran numero di pesci è stato colpito dalle cosiddette ulcere invernali, che causano ferite profonde e ovali nei pesci. Anche i pesci ne soffrivano Paralisi ovaricaÈ un tipo di medusa che si muove nell'acqua in una lunga striscia. Queste meduse non si trovano in natura in Norvegia, ma sono arrivate accidentalmente alla costa attraverso la corrente marina e sono quindi finite nelle gabbie. Quando queste meduse colpiscono un salmone, iniettano il veleno. Alcuni pesci muoiono all'istante, altri perdono conoscenza.

La moria di massa del pesce d’allevamento è un tema scottante in Norvegia e la posta in gioco è molto alta. Il pesce d’allevamento è il più grande prodotto di esportazione dopo petrolio e gas. “Il tasso di mortalità di massa è così alto che l'industria deve intervenire”, ha recentemente affermato il ministro norvegese della Pesca e degli affari marittimi. Nel frattempo, la Norvegia si è posta l’obiettivo di espandere la produzione di salmone d’allevamento a 5 milioni di tonnellate di pesce d’allevamento entro il 2050.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24