L’Iraq è in una crisi semi-permanente, le elezioni cambieranno la situazione?

In tutta Baghdad, i candidati alle elezioni si accalcano tra i passanti. Piazze e strade sono piene di belle promesse sui ritratti di centinaia di potenziali nuovi parlamentari. Ma molti iracheni hanno poche speranze che le elezioni di domenica portino grandi cambiamenti.

“Vediamo sempre questi politici solo durante il periodo della campagna elettorale”, dice Ali al mercato degli uccelli a Baghdad. “Poi riceviamo regali e loro promettono tutto. Poi non li vediamo mai più. È lo stesso ogni volta”.

Nonostante le notevoli entrate petrolifere, l’Iraq è afflitto da anni da insicurezza e corruzione. L’infrastruttura è debole e la disoccupazione è alta. Dall’invasione americana del 2003 e dalla caduta del dittatore Saddam Hussein, il paese è in una crisi quasi permanente.

Gli autori non sono mai stati arrestati

“Queste elezioni sono davvero cruciali per l’Iraq. Se queste elezioni non vengono condotte bene, avranno un enorme impatto sulla società”, ha affermato Jeanine Hennis-Plasschaert, inviato speciale delle Nazioni Unite per l’Iraq. “Certo, le elezioni stesse non porteranno improvvisamente a un miracolo. Solo allora faremo i passi verso un nuovo governo, che speriamo possa avviare riforme molto importanti. Perché il Paese non è in una buona posizione”.

Queste elezioni parlamentari erano in anticipo. Questa era una delle richieste dei manifestanti che dall’ottobre 2019 sono scesi in piazza in gran numero per protestare contro la corruzione e la cattiva gestione. Le manifestazioni sono state brutalmente represse, centinaia di manifestanti hanno perso la vita e attivisti sono stati presi in ostaggio, torturati e uccisi.

Gli autori non sono stati arrestati e giustiziati. Sebbene le elezioni anticipate fossero una richiesta dei manifestanti, molti di loro affermano che non voteranno ora. Credono che il risultato sarà di nuovo lo stesso e che gli stessi partiti rimarranno al potere. Non vogliono legalizzarlo.

READ  La Bielorussia blocca ancora una volta i siti di notizie indipendenti

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24