L’Italia arresta 84 persone per strane sparizioni: ‘Uccisi, dati in pasto ai maiali, scomparsi da sette anni’ | All’estero

Assassinata e data in pasto ai maiali, questo fu il destino di Maria Cintamo a Vibo Valentia, nel sud Italia. Motivo: volere una nuova vita con un altro uomo.

Sette anni fa, l’imprenditrice 42enne Maria Sindamo scomparve senza lasciare traccia. Tre anni dopo, la polizia concluse che era stata uccisa, ma il suo corpo non fu mai ritrovato. Altri due anni dopo, un penitente racconta cosa accadde alla donna, che fu rapita e uccisa e poi data in pasto ai maiali. Poi i resti del suo corpo si sono scontrati con il trattore. Maria Chintamo doveva scomparire dalla faccia della terra.

Il motivo del raccapricciante omicidio? La donna, 42 anni, è molto curiosa. Ha lasciato nel 2015 il marito Vincenzo Panturiro, che si è suicidato dopo non essere riuscito a far fronte alla separazione. La famiglia di Panturiero l’ha incolpata della sua morte. Un anno dopo il suicidio del suo ex, quando anche Chintamo ha osato pubblicare foto con il suo nuovo fidanzato sui social media, ne aveva avuto abbastanza. Due giorni dopo è scomparsa.

84 arresti

Secondo la sopravvissuta, il vicino di Chintamo l’ha uccisa insieme al figlio minorenne. Una famiglia legata alla ‘ndrangheta, la mafia calabrese, con la conoscenza e il consenso dell’ex famiglia di Maria.

Giovedì la polizia ha arrestato 84 persone in un’importante operazione in tutta Italia. Si sospetta che possano essere direttamente o indirettamente coinvolti in questo caso. Secondo il giudice del processo Nicola Gratteri, nell’omicidio ha avuto un ruolo anche il fatto che Maria Chintamo gestisse i terreni ereditati dai figli dopo la morte dell’ex. “Non le sono mai state perdonate le libertà che si è concessa. La violenza del delitto riflette la rabbia che aveva su di lei il mandante dell’omicidio”, ha detto Grateri.

READ  Qui è severamente vietato, ma proviene legalmente da una fabbrica in Italia. Perché la lotta contro i fuochi d'artificio pesanti inizia a Bruxelles

Non le è mai stato perdonato la libertà che si è concessa. La violenza del delitto si riferisce alla rabbia che il cliente nutriva nei suoi confronti

Il giudice del processo Nicola Gratteri

In un sistema feudale, le donne sono spesso viste come proprietà della famiglia con cui è sposata. Il divorzio è una vergogna per l’uomo e la sua famiglia e deve essere evitato a tutti i costi o vendicato se si verifica.



Guarda i nostri video di notizie più popolari nella playlist qui sotto:

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24