L’Italia gestisce la Turchia interessata alla gara d’esordio

11 giugno 2021 – L’Italia vince venerdì sera allo Stadio Olimpico la partita inaugurale degli Europei 2021. Il Assuri Alcune delle dimensioni sono molto grandi sul suolo della Turchia. Lo spirito canzonatorio dell’Olanda era scomparso nel girone di qualificazione ai Mondiali, che ora è andato meglio e ha segnato tre gol nel secondo tempo.


Il ruolo preferito in questa partita è riservato all’Italia, che è già stata imbattuta in 27 partite consecutive e non ha raggiunto un solo gol, 1-1 contro l’Olanda nell’ottobre 2020. Anche i preparativi per l’inizio dell’Europeo si sono svolti senza intoppi, con un 7-0 su San Marino e un 4-0 sulla Repubblica Ceca. La finale doveva quindi iniziare bene contro la Turchia, con i turchi in svantaggio questa sera a Roma.

Mentre la Turchia è in buona forma – ricordiamo tutti di aver battuto l’Olanda 4-2 nelle qualificazioni ai Mondiali lo scorso marzo – la Turchia non sembra puntare ad attirare l’Italia. Almeno non in modo offensivo. Con la Turchia in panchina con l’Oregon Coke, è apparso subito chiaro che l’attesa avrebbe permesso all’Italia di giocare. Nel primo tempo è stato davvero un film sportivo, l’Italia ha respinto la Turchia ei turchi hanno aspettato i momenti per cambiare. Con questo, l’allenatore della nazionale Cenol Cannes non ha dato abbastanza al pubblico che attendeva con impazienza l’inizio del campionato europeo.

L’Italia non ha segnato perché la palla era troppo lenta e non sempre ha fatto un buon passaggio finale. Questo ha creato tre possibilità: Giorgio Cielini ha superato il suo titolo con il portiere Ukurkan Gagir e Lorenzo Inzain che sparano nelle mani del portiere turco. Inoltre, l’Italia ha multato le mani tre volte, ma ogni volta Danny McClellan l’ha stretta. Il terzo è molto controverso, con una mano turca non appesa al corpo con croce italiana.

READ  Italia e Spagna agli Europei: dall'assassinio in finale alla vendetta di Graziano Bell | EURO2020

Laddove l’Italia non è riuscita a correggere gli errori di ortografia prima della pausa, lo ha fatto dopo la pausa. Nel giro di 25 minuti, ancora meglio, l’Italia ne aveva due. Il primo, però, è arrivato da un tacchino che giocava in Italia: Dominico Ferrari ha fatto saltare un cross contro Marie Demirel e la palla è passata 0-1 attraverso il difensore della Juventus. Dieci minuti dopo è un vero italiano, Ciro Immobili che avanza ancora dopo un tiro deviato di Leonardo Spinsola.

Quindi l’Italia aveva quello che voleva e la Turchia sapeva che si sarebbe persa questa partita d’apertura dell’Europeo. Anche questo si è svolto, senza alcuna indicazione che il numero 29 del mondo potesse tornare in questa partita unilaterale. Neanche questo è successo, perché a dieci minuti dalla fine l’Italia era fuori 0-3. La Turchia perde palla nelle retrovie e Insine ne approfitta. Ha fatto rotolare la palla nell’angolo più lontano, decidendo così la partita con decisione.

La Turchia era ancora salva e funzionava ancora come due carte. Uno di questi è stato il subentrato Haley Dervisoclu, che ha salvato solo l’ex giocatore dello Sparta Rotterdam e l’FC Twente con solo un cartellino giallo. Dervisoklu in realtà ha lasciato quel segno in questa triste serata per la Turchia perché certamente lo era. L’Italia è orgogliosamente in testa al girone A, grazie al successo ottenuto e ha chiaramente assolto al ruolo di favorito.

Uomo partita: Domenico Ferrari

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24