TGcomnews24

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, reportage e podcast relativi all'Italia

L’Italia sta investendo miliardi dal Fondo Corona Anti-Corona dell’Unione Europea in Internet ad alta velocità, anche in villaggi remoti

Stefano Brasini cammina con un grande sorriso nell’elegante spazio bianco dell’ufficio di un grossista digitale di articoli di moda di lusso. Il giovane uomo d’affari – il viso ornato da un’adorabile barba e adorabili occhiali neri – sta per portare la sua compagnia su Internet ad alta velocità. Brasini si trova a Torretta di Siena, un remoto borgo medievale del centro Italia.

Più recentemente, il 21 ° secolo è arrivato in città e Brasini può ora iniziare a utilizzare la fibra. “Tutto il nostro lavoro è online. Ora abbiamo ancora una connessione Internet lenta, non più di 7 Mbps. Ciò significa che le chat video con i clienti si bloccano e il caricamento delle foto dei vestiti è molto lento”. Brasini si aspetta molte fibre ottiche: “Allora io ei miei undici dipendenti possiamo fare videochiamate a molti contemporaneamente e inviare file di grandi dimensioni allo stesso tempo. Questa è a dir poco una rivoluzione”.

Stefano BrasiniFoto di Pauline Falknet

I villaggi remoti sono stati spesso trascurati durante la costruzione delle infrastrutture

A Torretta di Siena è successo davvero in migliaia di altri comuni italiani: c’è internet ad alta velocità. I ragazzi in giacche arancioni brillanti dell’azienda statale OpenFiber che hanno posato il cavo in tutto il villaggio sono pronti. Tutti gli abitanti del villaggio possono ora utilizzare una connessione Internet stabile di oltre 100 Mbps. Felice anche il sindaco Giacomo Grazi. Nella piazza soleggiata di fronte al municipio, dice: “Poiché il nostro villaggio è lontano dalle grandi città, siamo stati spesso trascurati quando costruivamo importanti infrastrutture.

Nelle grandi città italiane, le persone possono usare le fibre ottiche per anni, ma l’Italia sta attuando un ambizioso piano statale: i cavi devono coprire tutti i piccoli paesi e frazioni, compresi quelli in collina, in alta montagna e piccole isole – accesso. Riguarda 7.000 comuni che non sono di interesse commerciale per le grandi società di telecomunicazioni.

Situata nell'Italia centrale, Torrita di Siena dispone ora di Internet ad alta velocità.  Foto di Pauline Falknet
Situata nell’Italia centrale, Torrita di Siena dispone ora di Internet ad alta velocità.Foto di Pauline Falknet

Spesso la burocrazia pone fine alla questione

Ma l’implementazione è più lenta del previsto. Solo un terzo di tutte le famiglie italiane è ora connesso a Internet ad alta velocità; Spesso la burocrazia burocratica che circonda l’edificio lo fa. Per ottenere questa copertura del 100% il prima possibile, il governo di Mario Draghi utilizzerà parte del Fondo per la prossima generazione dell’Unione europea: l’Italia potrebbe già ricevere i primi miliardi di oltre 200 miliardi di prestiti e doni quest’anno. Vittorio Colau, ministro dell’Innovazione tecnologica e della trasformazione digitale, prevede che tutti gli italiani dispongano di Internet ad alta velocità a casa entro il 2026.

L’onnipresente governo vede una rete Internet stabile a banda larga come base per qualcosa di molto più grande: digitalizzare la società nel suo insieme. Probabilmente ci saranno circa 49 miliardi di dollari a sostegno della corona. Il paese ha bisogno di recuperare il ritardo su larga scala in questo settore. Perché solo il 74 per cento degli italiani usa regolarmente Internet; Il 17%, infatti, non è mai entrato nel web. Le aziende italiane sono in ritardo rispetto agli altri paesi europei quando si tratta di utilizzo del cloud, e-commerce e negli edifici governativi usano ancora molto penna, carta e francobolli.

Leonardo Muni ha un'attività di produzione di carrozzerie ed è stato recentemente associato anche alle fibre ottiche.
Leonardo Muni ha un’attività di produzione di carrozzerie ed è stato recentemente associato anche alle fibre ottiche. “Mi sento come se fossi rinato.”Foto di Pauline Falknet

Produttività incrementata

Oltre all’installazione di fibre ottiche, Roma vuole andare, tra l’altro, a servizi governativi completamente digitali, corsi di informatica per anziani, 5G e miglioramento delle conoscenze informatiche per i dipendenti pubblici. Il ministro Colau, che fino a poco tempo fa era CEO del colosso britannico delle telecomunicazioni Vodafone, descrive la digitalizzazione come “un’opportunità unica di crescita, occupazione e innovazione”. Concorda l’economista Carlo Campini, professore al Politecnico di Torino. “Investire in tecnologia paga sempre. La digitalizzazione aumenta la produttività, il che accelera la crescita economica”, dice al telefono.

Leonardo Muni ha testato in prima persona cosa può fare la digitalizzazione per la produttività. Questo 40 ° negozio di cemento possiede un negozio di cemento a Torretta de Siena, che è stato recentemente collegato alle fibre ottiche. In precedenza, il meccanico automobilistico trascorreva l’intera giornata davanti al suo computer inviando foto di danni all’auto e altri file di grandi dimensioni alle compagnie di assicurazione. Spesso si verificava un errore e dovevo disconnettermi e ricominciare da capo.

La fibra ottica è un sollievo per Meoni: “Ci vogliono solo dieci minuti per inviare una grossa bobina di sicurezza come questa adesso. Adesso posso lavorare molte ore in garage. Ho voglia di partorire di nuovo”.

Leggi anche:
L’Italia litiga sulla spesa della famiglia Corona: la sanità è l’ultima

L’Italia riceve il maggior numero di miliardi dal Corona Recovery Fund dell’Unione europea. Ora c’è una grande disputa politica su come spenderli.

READ  Cannatheek e Talamini Enschede lanceranno il gelato al CBD quest'estate