L’Italia vuole produrre localmente i vaccini Corona

L’Italia è in trattative con diverse aziende farmaceutiche per produrre vaccini contro Corona nel Paese. Questi sono i vaccini che utilizzano la cosiddetta tecnologia mRNA come i vaccini Pfizer / BioNTech e Moderna, che l’Unione Europea sembra essere sempre più favorita, scrive il Financial Times.

Si dice che il governo italiano abbia tenuto colloqui con i farmacisti Moderna, Novartis e ReiThera sulla produzione. Gli ultimi due probabilmente produrranno il vaccino da CureVac, che è ancora in fase di sviluppo.

In un vaccino a mRNA, le molecole trasmettono istruzioni alle cellule per produrre proteine ​​specifiche. In risposta, le persone vaccinate producono anticorpi ei vaccini Johnson & Johnson e AstraZeneca funzionano in modo diverso. Questi sono i cosiddetti vaccini vettoriali. Si basa su virus del raffreddore disinnescati, a cui è stata aggiunta una porzione del codice genetico del Coronavirus.

Nessun contratto

Il presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen ha annunciato la scorsa settimana che l’Unione europea si sta concentrando principalmente sui vaccini Corona mRNA quando acquista i vaccini Corona. All’epoca ha sottolineato che ciò non significava che non sarebbero stati firmati contratti con produttori che non avrebbero utilizzato la tecnologia in futuro.

Diversi paesi europei hanno limitato o interrotto l’uso di AstraZeneca dopo aver stabilito un’associazione con un effetto collaterale molto raro correlato ai coaguli di sangue. Ad esempio, il vaccino AstraZeneca nei Paesi Bassi non viene più somministrato a persone di età inferiore ai 60 anni come precauzione.

Potenziale connessione

Vaccino Johnson & Johnson ritardato. Negli Stati Uniti, il vaccino non è più in uso in questo momento, mentre l’American Center for Disease Prevention (CDC) sta indagando su un possibile legame tra il vaccino e rari casi di coaguli di sangue.

READ  Cavendish completa abilmente la mossa rapida di Dekunin

L’Agenzia europea per i medicinali (EMA) ha approvato il vaccino Janssen per l’uso nell’Unione europea. Il farmaco è stato distribuito dalla scorsa settimana, ma Johnson & Johnson ha chiesto dopo la decisione degli Stati Uniti di non usarlo per il momento. I Paesi Bassi, tra gli altri, hanno deciso di aderire.

Puoi seguire questi argomenti

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24