L’Olanda mantiene la sua posizione a settembre, Imola resta incerta

Sto ancora aspettando il calendario ufficiale della Formula 1 per il 2022. La crisi di Corona in corso nel mondo sembra garantire che la F1 abbia bisogno di più tempo per elaborare un calendario definitivo. Quello che sembra comunque essere stato discusso a Monza è che Imola sarà nuovamente inserita nella lista di riserva.

Non c’è Imola nel 2022 al momento

Secondo la filiale italiana di Motorsport.com Il promotore della Formula 1 ha stilato un elenco di 22 date. In questa lista ci sono tutti i Gran Premi che hanno un contratto per la prossima stagione e che si sarebbe potuto discutere a Monza. Il Gran Premio dell’Emilia Romagna non è incluso nel prezzo.

Questo significa che andremo in Italia una sola volta nel 2022, per il Gran Premio di Monza che si svolgerà l’11 settembre. Tuttavia, Motorsport.com afferma che Imola potrebbe ancora essere in grado di tornare al calendario della prossima stagione.

Con il coronavirus che sta causando difficoltà economiche, un certo numero di gare sembra essere a rischio il prossimo anno. Il Gran Premio di Francia è particolarmente menzionato. Imola è già in pole position per sostituire il Gran Premio di Francia.

Altre modifiche al calendario

Colpisce anche nel calendario che l’Arabia Saudita è stata spinta all’inizio della stagione come seconda gara dell’anno. L’Australia torna in calendario con la Cina ed entrambe guadagnano un posto ad aprile. Il circo si reca nelle Americhe in tre momenti diversi: il nuovo Gran Premio è in programma a Miami l’8 maggio, il Canada torna a giugno, e gli Stati Uniti, il Messico e il Brasile si terranno entro la fine dell’anno. I Paesi Bassi manterranno questa posizione a settembre.

READ  Come l'epidemia ha dato vita a uno spazio pubblico europeo

calendario temporaneo

20 marzo – Bahrein
27 marzo – Arabia Saudita
10 aprile – Australia
17 aprile – Cina
8 Mi Miami
21 maggio – Spagna
28 maggio Monaco
12 giugno – Canada
19 giugno – Azerbaigian
3 luglio – Gran Bretagna
17 luglio – Francia
24 luglio – Austria
31 luglio – Ungheria
28 agosto – Belgio
4 settembre – Paesi Bassi
11 settembre – Italia
25 settembre – Russia
9 ottobre – Singapore
16 ottobre – Giappone
30 ottobre – Messico
6 novembre – Stati Uniti
27 novembre – Brasile
5 dicembre – Abu Dhabi

lettore video

Altri video

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24