Mistero Urk: vaccinati a malapena, ma pochi malati di Covid19

Nel villaggio potrebbe sembrare che l’Orco avesse sviluppato una grande immunità naturale. Nell’ultimo anno e mezzo, due grandi ondate di Corona hanno attraversato il villaggio. Diversi Urker si sono ammalati e 116 di loro sono finiti in ospedale, a vantaggio di una città di circa 21.000 persone. Anche la popolazione di Urk è relativamente giovane, quindi ti aspetteresti meno ricoveri ospedalieri.

Il fatto che quasi nessun paziente con coronavirus sia stato ricoverato – due di quelli infetti dal coronavirus sono stati ricoverati la scorsa settimana per la prima volta in due mesi – non è in alcun modo dovuto all’alto tasso di vaccinazione: solo il 30 percento della popolazione adulta è completamente vaccinato contro il coronavirus. Ma una precedente infezione offre anche una protezione maggiore, secondo alcuni studi, rispetto alle vaccinazioni. Ora anche Urk potrebbe essere protetto, o addirittura meglio, rispetto al resto del Paese.

Non sorprende che il tasso di vaccinazione di Urk sia basso. Urk si discosta anche da altre vaccinazioni. Meno del 60% dei bambini di Urk è stato vaccinato contro la poliomielite, la rosolia e malattie come la parotite. A livello nazionale, tale percentuale supera il 91 percento. Il reverendo Oetzlag dice che la fede gioca un ruolo importante in questo. “Questo è il punto più importante: il fatto che le persone credano in un Dio in cielo le guida e le protegge, anche dalle malattie”. Ma questa è solo una parte della spiegazione, pensa Meandert Bakker, capo del partito Kristinoni Orc. “C’è anche un sentimento tra i giovani: siamo stati puniti a lungo, non siamo andati a scuola, non siamo usciti. C’è anche un po’ di ribellione dietro”.

Urk è il comune con il tasso di vaccinazione più basso dei Paesi Bassi. Solo il 30% della popolazione adulta è completamente vaccinato. Tuttavia, le unità di terapia intensiva e gli ospedali non sono pieni di pazienti Urk Covid19 e anche il tasso di infezione è alla pari con il resto dei Paesi Bassi.

READ  Virologo Osterhaus: i bambini della scuola primaria vengono testati molto | interni

Alcuni Wapper della cospirazione online ora affermano che questo è proprio perché gli Urker sono vaccinati troppo poco, ma Staphorst, che non è vaccinato, e altri comuni biblici con un basso tasso di vaccinazione, stanno vedendo una crescita del numero di pazienti gravi di Covid19.

Il Consiglio norvegese per i rifugiati è andato a indagare, ma non è andato oltre la teoria più ovvia: così tante persone sono state infettate a Urk che l’intera Urk è immune.

Se questo è vero, fa ben sperare per un futuro in cui immunità di greggey è stato raggiunto, con o senza potenziali vaccinazioni e richiami.

Tuttavia, ora dovresti essere in grado di vederlo anche a livello nazionale. I Paesi Bassi hanno un alto tasso di vaccinazione e puoi presumere che parte del gruppo non vaccinato sia già immunizzato a causa di una precedente infezione. Ma non sembra diminuire la paura delle unità di terapia intensiva complete, così come non sembra diminuire il numero dei contagi e dei pazienti Covid19 già ricoverati.

Urk sarà ancora protetto da Dio, essendo l’unico comune dei Paesi Bassi? O c’è qualcosa di diverso, qualcosa di unico, che si applica solo a Urk e c’è qualcosa nell’acqua, nell’aria o nei pesci?

Ma naturalmente potrebbe anche essere dovuto agli effetti medicinali e benefici dell’Orker’s Men’s Choir.

Leggi anche: RIVM spera che “numeri impressionanti” convincano le persone non vaccinate a farsi vaccinare

Leggi anche: L’83% dei pazienti corona nel reparto di terapia intensiva non è stato vaccinato

Leggi anche: Telegraaf D66 020 interviste sull’omofobia degli immigrati, D66: “E Urk allora?”

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24