TGcomnews24

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, reportage e podcast relativi all'Italia

Non sei un cliente abituale di un grossista? Quindi paga solo in contanti

Proprio come l’industria della ristorazione stessa, anche le società all’ingrosso che forniscono i proprietari di bar, ristoranti e terrazze hanno deciso di rinunciarvi. Il direttore della filiale Hanos di Groningen, Bram Everards, che rifornisce quasi novecento aziende di catering della zona, afferma che anche Hanos all’ingrosso potrebbe utilizzare un lotto.

Qualcosa verrà chiesto di nuovo

Le vendite dell’azienda alimentare all’ingrosso Hanos a Groningen sono più basse, intorno al 40% della gamma normale. Ora questo è salito a sessanta. Quindi qualcosa verrà ordinato di nuovo, dice Evards, che sottolinea anche che molti imprenditori non sono molto entusiasti di aprire i loro balconi solo nel pomeriggio, come ora è consentito.

Tutto si è fuso con tutti, quindi questi sono grandi ordini

Bram Everards – Hanus Groningen

“Stiamo ora notando che stiamo ricevendo richieste aggiuntive”, afferma Everhards. Nessuno ha il latticello e altri prodotti che non hanno più una lunga durata. Tutti hanno assorbito tutto, quindi queste sono grandi richieste. Evards stima che l’apertura degli stand abbia dato ad Hanos circa 400 richieste aggiuntive.

Evards dice che la birra bionda in particolare e tutta l’estate e le birre rosa e le bevande analcoliche sono attualmente tra gli imprenditori del cantiere.

Flessibilità nell’organizzazione del pagamento

Ma non tutti gli imprenditori della ristorazione hanno denaro sufficiente per pagare un ordine a causa dei mesi di chiusura. Secondo l’associazione di categoria Samenwerkende Horeca Groothandels Nederland (SHGN), in particolare le piccole società di catering spesso hanno difficoltà a fatturare l’acquisto di nuove azioni.

Evards dice che Hanos ha un atteggiamento flessibile, soprattutto con i clienti abituali. Facciamo accordi per ogni cliente. Se li conosciamo da anni, osiamo offrire stock più grandi e possono pagare ordini più grandi in poche volte. Aziende appena agli inizi e di cui non conosciamo l’imprenditore, siamo decisamente più attenti lì.

READ  Migranti in barca: la Commissione europea chiede agli Stati membri di mostrare solidarietà con l'Italia - Belgio

Indimenticabile, afferma Evards, anche lo stesso grossista ha avuto un momento difficile, ovviamente: “ Quando un’attività di ristorazione ha una società, contiamo su centinaia di attività che sono tutte chiuse. Ora siamo molto felici perché c’è di nuovo un po ‘di energia in lui.

“Il vero successo arriverà a settembre e ottobre”.

E le modalità di pagamento per i clienti abituali non sono troppo rigide nella filiale di Sligro, Groninger, un altro gigante tra i grossisti. “Ma ci sono anche clienti che sono stati rifiutati da altri fornitori, quindi si tratta solo di pagare in contanti”, ha detto un portavoce della filiale di Sligro a Groningen.

La ristorazione è semplicemente un affare incerto – anche senza il coronavirus – lo sanno a Sligro, quindi si consiglia comunque cautela. Secondo Sligro, quasi mille punti vendita a Groningen hanno una produttività di circa 100 ristoranti all’anno. Queste sono cose che scompaiono o cambiano.

Questo non è diverso con corona. Ma il vero successo arriva a settembre e ottobre, quando devono ancora essere pagate le tasse sui salari e le pensioni. Quindi possiamo vedere chi è sopravvissuto a tutto questo.

Secondo il grossista, il fatto che Sligro non sia ancora a conoscenza dei problemi di push dei clienti è sicuramente dovuto anche alle misure di supporto. “Sembra che ci siano ancora soldi.”

Le fatture possono essere aperte ancora per un po ‘

Warner Tal – schiavo

Warner Tell di Schiafa a Groningen prova allo stesso modo. Si ritiene inoltre che tutti i regimi di aiuto abbiano mantenuto le riserve di numerose società di ristorazione a un livello record. “Aiutiamo i nostri clienti in tutti i tipi di aree, se hanno bisogno di aiuto, perché non è poi così male per noi”, dice Tel, che fornisce principalmente strutture di ristorazione in stile italiano.

READ  Ferrari elettrica? Certo, il nuovo CEO la vede come una "grande opportunità".

Schiavia ha molti clienti abituali, ed è spesso l’azienda familiare di lunga data che ha ancora qualcosa sullo scaffale così spesso. Siamo pronti a essere indulgenti. Le fatture possono essere aperte ancora per un po ‘. E di tanto in tanto sosteniamo qualcosa con alcune bottiglie di vino. Ma ovviamente facciamo un controllo. Diamo uno sguardo critico alla persona e all’azienda con cui abbiamo a che fare.

Incertezza sull’apertura

Più che i problemi di spinta legati alla costruzione di nuovi stock, Henri Meijerman di Horecagro Groothandel Stadskanaal sente l’incertezza tra gli imprenditori riguardo alla politica di apertura al settore della ristorazione.

Di conseguenza, i suoi clienti sono riluttanti a effettuare ordini più grandi. Meijering: ‘Vorrebbero fare ordini più piccoli. Se le cose vengono bloccate di nuovo, il danno sarà inferiore per loro. Li ho incontrati. È un po ‘più di lavoro per me, ma invece di un grande ordine tutto in una volta, ora consegno un piccolo ordine abbastanza spesso.

Ciò che i grossisti hanno in comune è che hanno imparato dalla prima chiusura, fino allo scorso giugno. Alla riapertura dei bar ecc. Tutto si è rivelato carente.

“Ora abbiamo ampliato il tempo per evitare problemi di consegna”, afferma Til van Schiava. Mentre Everards rassicura i suoi clienti, crede che ci sia molto di più in tutto. “Ci siamo presi cura di questo abbastanza bene ora.”

Leggi anche:
– I grossisti sono aperti al pubblico: “principalmente per motivi di sicurezza”