Piantare mangrovie è la soluzione al cambiamento climatico? “Fermate la distruzione”

Al vertice sul clima di Dubai, le aziende presenteranno tutti i tipi di soluzioni per combattere il cambiamento climatico. Piantare foreste di mangrovie è una di quelle soluzioni. Si dice che le foreste di mangrovie assorbano molto più anidride carbonica rispetto alle foreste normali. Ecco come funziona.

Le foreste di mangrovie sono costituite da specie arboree che crescono lungo la costa. “Crescono principalmente in acqua salata, che è ciò che rende questi alberi unici rispetto ad altre specie”, afferma Dolfi Debrot, ecologo marino tropicale dell’Università di Wageningen.

Dove si trovano le foreste di mangrovie?

Le foreste hanno un ampio apparato radicale e si trovano nelle regioni tropicali e subtropicali, ad esempio nel sud-est asiatico e nei Caraibi.

Secondo l’ecologo Dobrot, le foreste di mangrovie si stanno spostando sempre più verso altitudini più elevate a causa del riscaldamento globale. Non si verifica nei Paesi Bassi a causa delle basse temperature.

Assorbimento dell’anidride carbonica

Le foreste di mangrovie sono estremamente importanti per la biodiversità, la protezione delle coste e il sequestro dell’anidride carbonica. Catturano il carbonio in due modi.

“Le foreste di mangrovie assorbono l’anidride carbonica attraverso la fotosintesi, convertendo la luce negli alberi stessi. Inoltre fissano il carbonio nel terreno con le loro radici”, spiega l’ecologo dell’Università di Utrecht Ralf Temminck. Le foreste di mangrovie sono in realtà molto efficienti.

“Non il più influente”

Le foreste di mangrovie assorbono da cinque a dieci volte più anidride carbonica delle foreste naturali? “Sì, è vero”, conferma l’ecologista Timmink. Ma dice che dobbiamo tenerlo in prospettiva.

READ  Lunedì inizia la vaccinazione contro il vaiolo delle scimmie, 712 casi noti

“Le foreste naturali coprono un’area molto più ampia: 3.700 milioni di ettari rispetto ai 17 milioni di ettari di foreste di mangrovie. Sebbene possano assorbire più anidride carbonica rispetto alle foreste normali, non hanno il maggiore impatto su larga scala.”

La distruzione è un grosso problema

Ciò solleva la domanda: piantare foreste di mangrovie ha senso per combattere il cambiamento climatico? “Lo è sicuramente”, afferma l’ecologista DeBrot. Ma se vogliamo davvero fare la differenza, secondo il ricercatore, sarebbe meglio concentrarsi sulla preservazione delle foreste di mangrovie esistenti.

La distruzione delle foreste di mangrovie continua costantemente in tutto il mondo. Le foreste spesso devono lasciare il posto alle piantagioni di olio di palma o costruire stagni per l’allevamento di gamberetti. “A livello globale, vediamo che la maggior parte dell’anidride carbonica associata al mare è immagazzinata nelle foreste di mangrovie. Se si distruggono le foreste di mangrovie, tutta l’anidride carbonica immagazzinata verrà nuovamente rilasciata. Se riusciamo a ridurre ulteriormente questa distruzione, questa è la soluzione migliore.” cosa che possiamo fare”. Con esso “metà della battaglia è stata vinta”, conclude il ricercatore.

Chiede? Chiediglielo!

Hai qualche domanda o vorresti delle risposte? Mandaci un messaggio qui nella chat.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24