Primo ministro ungherese chiede referendum sulla controversa legge anti-gay, bisessuale, transgender e intersessuale inter

Il primo ministro ungherese Viktor Orban presenterà una legge al popolo in un referendum che protegge i giovani nell’istruzione e nei media dalle informazioni sull’omosessualità e sulla chirurgia di genere.

Vuole contrastare le pressioni dell’Unione Europea per abrogare la controversa legge. In molti paesi dell’UE, la legge è considerata discriminatoria nei confronti di gay, lesbiche, bisessuali e transgender.

Sedici paesi, tra cui Paesi Bassi e Belgio, hanno rilasciato una dichiarazione chiedendo all’Ungheria di ritirare la legge. Il primo ministro uscente Rutte ha definito la legge “inaccettabile” e “terribile”.

Il futuro dei nostri figli

Ma il conservatore Urban, da parte sua, dice che la legge è pensata solo per proteggere gli adolescenti. “Nelle ultime settimane, Bruxelles ha chiaramente attaccato l’Ungheria per la sua legge sulla protezione dei bambini. Le leggi ungheresi non consentono la pubblicità sessuale negli asili, nelle scuole, in televisione e nelle pubblicità”, ha detto Orban in una nota. video su facebook.

Ritiene che l’UE non debba interferire con la legislazione del suo paese e che l’UE stia commettendo un abuso di potere. “È in gioco il futuro dei nostri figli, quindi non possiamo rinunciare a questo problema”, dice.

Non ha detto quando si sarebbe tenuto il referendum, ma ha detto che ci sarebbero state cinque domande. Tra le altre cose, gli viene chiesto se gli ungheresi credono che i seminari sull’orientamento sessuale dovrebbero essere tenuti nelle scuole senza saperlo in anticipo. Il primo ministro vuole anche sapere se i residenti ritengono che il cambiamento di sesso tra i bambini debba essere incoraggiato.

Sanzioni

READ  Il Vaticano arrabbiato per la legge italiana sull'omofobia, accusando violazione della libertà della chiesa

Orban dice di non avere paura del risultato del referendum. Il parlamento ungherese ha recentemente approvato la legge con 157 voti. Il Parlamento ha 199 seggi.

La Commissione europea deve ancora rispondere ai piani del primo ministro. In precedenza, Bruxelles ha inviato a messaggio di avviso Ha minacciato sanzioni, come il taglio del sostegno dell’Unione europea.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24