Ricerca sui disastri: i giovani sono già vittime della crisi climatica

Scolari e studenti agiscono durante il suo sciopero globale per il clima Fridays for the Future.ANP .immagine

I bambini nati ora saranno esposti a sette volte più ondate di calore nella loro vita rispetto alle persone nate nel 1960. Sperimenteranno anche un raddoppio degli incendi, 2,6 volte di siccità e 2,8 volte di inondazioni. 1,5 volte più uragani tropicali e quasi il triplo dei fallimenti dei raccolti rispetto alle persone nate 60 anni fa. Lo si evince da uno studio scientifico internazionale pubblicato lunedì sulla famosa rivista Scienza.

“La distruzione del clima non colpisce solo le generazioni future, come si sente spesso dire. Le persone di età inferiore ai 40 anni oggi vivranno vite senza precedenti in termini di esposizione a siccità, ondate di calore e cattivi raccolti”, ha affermato Wim Terry, scienziato del clima presso l’Università di Vrije. a Bruxelles e autore principale dello studio e inondazioni.” “E questo è anche nello scenario di mitigazione del cambiamento climatico più ambizioso”.

Terry e i suoi colleghi hanno voluto indagare se il cambiamento climatico sia davvero un problema che colpisce diverse generazioni in modo diverso, come spesso sottolineano attivisti come Greta Thunberg. Il danno alle giovani generazioni è spesso citato nel numero crescente di cause legali contro aziende e governi. I diritti umani di un quindicenne vengono davvero violati dalla perturbazione climatica? “Lascerò l’aspetto legale agli avvocati, ma i risultati dell’indagine sono chiari. Questo rende la crisi climatica fondamentalmente diversa da, diciamo, un problema come la povertà, dove l’età gioca un ruolo meno distinto”, afferma Terry.

incendi boschivi

Il team di ricerca internazionale ha esaminato la siccità, le ondate di calore, i fallimenti dei raccolti, le inondazioni dei fiumi, i cicloni tropicali e gli incendi boschivi. Combinando la scienza del clima e la demografia, i ricercatori hanno calcolato l’esposizione nel corso della vita a quei disastri per ogni generazione nata tra il 1960 e il 2020. Questo vale per ogni paese del mondo e per ogni scenario comune di riscaldamento globale.

Il leader della ricerca Terry ha 34 anni e ha figli piccoli, ma vuole sottolineare che la ricerca soddisfa tutti gli standard scientifici. Ci vogliono solo tre pagine Scienza, ma ci lavoriamo da 2,5 anni, è adesso Scienza È stato verificato da sei outsider e abbiamo dovuto scrivere 90 pagine per rispondere alle loro domande”, afferma Terry, parlando della ricerca più completa della sua carriera decennale.

È peggio in Asia e in Africa

Non tutte le generazioni più giovani sono colpite allo stesso modo ovunque. I 53 milioni di bambini nati in Europa e in Asia centrale dal 2016 dovranno affrontare quasi quattro volte più condizioni climatiche estreme. 172 milioni di bambini nell’Africa subsahariana, quasi sei volte di più. Se guardi le ondate di calore, scoprirai che sono cinquanta volte più dei bambini in Africa.

“I nostri risultati sottolineano l’importanza fondamentale dell’accordo di Parigi sul clima nella protezione delle giovani generazioni in tutto il mondo”, ha aggiunto Terry. “Se riusciamo a ridurre drasticamente le nostre emissioni nei prossimi anni, possiamo prevenire le peggiori conseguenze per i bambini di tutto il mondo. Allo stesso tempo, abbiamo un messaggio che fa riflettere i giovani nei paesi poveri. Ci si può aspettare un numero incredibile di eventi meteorologici estremi, anche con la maggior parte delle politiche climatiche sono ambiziose”.

READ  Lo stato americano del Texas vieta l'aborto dopo sei settimane di gravidanza

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24