Seconda morte segnalata a Tonga per eruzione vulcanica sottomarina | all’estero

“Possiamo confermare che la polizia di Tonga ci ha informato di due morti, di cui uno di nazionalità britannica”, ha affermato il ministero degli Affari esteri e del commercio neozelandese.

Il fratello della donna di 50 anni dalla Gran Bretagna ha già confermato lunedì sui media britannici la morte della sorella. Si dice che sia morta cercando di salvare i suoi cani dallo tsunami che seguì l’eruzione vulcanica. L’identità della seconda vittima non è ancora nota.

Le comunicazioni a Tonga sono state in gran parte interrotte, quindi l’esatto danno alle isole non è ancora chiaro. Anche quanto tempo ci vorrà per ripristinare i mezzi di comunicazione è incerto. L’Australia e la Nuova Zelanda hanno già inviato lunedì aerei di sorveglianza nella nazione insulare per verificare la presenza di danni.

L’eruzione di sabato è stata così grande che è stata misurabile ovunque sulla Terra con una differenza di pressione atmosferica. Almeno altre due persone sono state uccise in Perù, a 10.000 chilometri da Tonga. Le donne sono annegate a causa delle onde anormalmente alte causate dallo tsunami dopo l’eruzione del vulcano. Una fuoriuscita di petrolio si è verificata anche al largo della costa peruviana. Le onde hanno causato il naufragio di una nave e la fuoriuscita di petrolio, formando una macchia di oltre 2 km lungo la costa.

READ  Ministro della Difesa russo in terapia intensiva dopo un infarto

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24