Spartizione in Australia: più carbone? Viviamo sullo stesso pianeta?

Thorne e il compagno di squadra Glenn West vestono di bianco Al di fuori, una tipica auto australiana con un grande pallet, mangia un panino lungo l’autostrada. Entrambi hanno lavorato nell’estrazione mineraria per tutta la vita. “È una parte importante della mia vita e spero che anche i miei figli lavorino nelle miniere”, dice West.

Non si preoccupano molto del cambiamento climatico. “A un certo punto potremmo dover eliminare gradualmente il carbone, ma non per il momento”, afferma West. “Il prezzo è aumentato negli ultimi mesi”. I due sostengono i piani del governo statale per consentire più nuove miniere nell’area. “Il futuro dell’Australia e il futuro del mondo sono ancora il carbone”, ha detto West.

Il manager locale Peter Shelley è d’accordo. Gestisce un ufficio postale a Rylston e conosce quasi tutti i 650 residenti del villaggio. “Molte persone dipendono direttamente o indirettamente dall’industria del carbone”, dice. Secondo Shelley, più miniere, più lavoro e più prosperità per la società. “Se pensi che la fine dei combustibili fossili sia in vista, stai scherzando”, dice.

Gli abitanti del villaggio sono in disaccordo tra loro

Ma a causa di questi nuovi piani, alcuni abitanti del villaggio sono totalmente contrari. A poche miglia di distanza, Janet Walk, 63 anni, sta combattendo una potenziale nuova operazione mineraria. “Quando ho sentito che volevano costruire più miniere qui, non potevo crederci. Viviamo sullo stesso pianeta? Perché dovresti farlo?”

Walk possiede una fattoria alla periferia di Rylestone dove alleva cavalli da 25 anni. Un devastante incendio boschivo un anno e mezzo fa si è avvicinato a casa sua. “Il fuoco era tutt’intorno a noi”, dice. “I vigili del fuoco lavoravano costantemente, ma eravamo anche occupati giorno e notte per mantenere il fuoco a distanza”.

READ  Le donne afghane temono il futuro, ma sono anche forti

Trovi incomprensibile che il governo statale sostenga nuove attività minerarie. Ma è in linea con la visione del primo ministro Scott Morrison. “L’Australia sta facendo la sua parte. Non firmerò un assegno in bianco a nome degli australiani per obiettivi senza un piano”, ha detto in risposta alle conclusioni dell’IPCC.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24