Svezia ed Estonia aprono una nuova inchiesta sul disastro marittimo dell’Estonia

Svezia ed Estonia hanno avviato una nuova indagine sull’affondamento della MS Estonia nel 1994. Il traghetto da Tallinn a Stoccolma è affondato nel Mar Baltico. Fu il peggior disastro navale dopo la seconda guerra mondiale. Morirono 852 persone.

Era sempre illegale sgomberare il traghetto perché quelli a bordo si erano stabiliti lì. La Svezia ha ora approvato un emendamento alla legge per indagare sul relitto.

documentario

L’inchiesta sul disastro fu chiusa nel 1997. La conclusione fu che l’Estonia affondò perché la porta ad arco si era rotta, così che l’acqua di mare divenne libera di fluire nella nave. L’anno scorso, i documentaristi lo hanno messo in dubbio. Hanno mostrato le immagini di due grandi fori nella struttura.

Le autorità svedesi volevano indagare, ma non sono state in grado di farlo a causa dello status di protezione del traghetto. Ieri ho lasciato un rompighiaccio dall’Estonia e una nave da ricerca dalla Svezia per la zona.

Avviate le prime indagini. Il sonar viene utilizzato per determinare lo stato del fondale marino e per determinare l’esatta posizione del traghetto. Questa prima indagine dura dieci giorni.

Quindi vengono catturate le immagini utilizzate nella ricerca effettiva. Lo studio dovrebbe essere completato nella primavera del 2022.

Dai un’occhiata al più grande disastro marittimo del dopoguerra in Europa qui:

READ  Putin sta prestando alla Bielorussia altri 500 milioni di dollari

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24