Trasferimento online: un caloroso benvenuto al sushi freddo nei Paesi Bassi

UTRECHT – Dopo la pizza italiana e il babi pangang cino-indiano, il sushi giapponese sta conquistando il mercato olandese. Gli spuntini freddi giapponesi sono per lo più venduti come panini caldi. Nel 2020 in particolare, nel registro delle imprese della Camera di Commercio, si registra una forte crescita dei punti vendita di sushi. Il numero di aziende di sushi nei Paesi Bassi è cresciuto del 162% negli ultimi cinque anni a più di 900 stabilimenti. Troverai la maggior parte delle aziende di sushi nel nord dell’Olanda. Ferry Slijpen, proprietario di Eddy’s Sushi a Venlo, ha una spiegazione per questa crescita che sempre più imprenditori della ristorazione si rivolgono al concetto di sushi. “Vogliono capitalizzare su quel successo.”

Il numero di aziende di sushi è più che raddoppiato

Il numero di aziende registrate presso la Camera di commercio olandese focalizzate sulla vendita di sushi è aumentato del 162% dal 2016: da 349 a 914.

Ferry Slijpen van Eddy Sushi a Venlo è uno degli imprenditori nei Paesi Bassi che ha registrato una crescente domanda di sushi. Non lo sorprende che il sushi sia molto apprezzato dal pubblico. “I prodotti freschi e freschi sono associati a un’alimentazione sana e i consumatori hanno adottato il concetto all-you-can-eat per anni”. Secondo l’uomo d’affari del Limburgo, anche un trasporto adeguato è importante per il successo. “È un prodotto facile da consegnare perché può essere trasportato freddo.”

Grinding prevede che la crescita continuerà nei prossimi anni. “Dopodiché, ristagnerà e alla fine diminuirà, e quindi sopravviveranno solo le aziende che forniscono sushi di alta qualità. I ​​combattenti vincitori si ritireranno”.

READ  Il Vaticano si oppone alla legge italiana sull'omofobia

Quasi la metà delle aziende di sushi sono a Randstad

L’Olanda settentrionale ha il maggior numero di aziende di sushi con 227. È seguita dall’Olanda meridionale con 199. Il numero più basso di negozi di sushi si trova a Groningen (13) e Drenthe (13).

L’aumento del numero di fornitori di sushi è stato il più grande a Drenthe dal 2016. Il numero di aziende di sushi è aumentato del 550%: da 2 fornitori di sushi nel 2016 a 13 aziende nel 2021.

Anche il numero di negozi di sushi nella provincia del Limburgo è aumentato drasticamente del 206%: da 18 negozi di sushi nel 2016 a 55 nel 2021. Slegben: “Questa forte crescita non è dovuta solo all’aumento della domanda di sushi. Gli imprenditori nuovi o esistenti sono vedendo anche quanto sia popolare il sushi e come stanno andando le aziende affermate. Vogliono capitalizzare questo successo e trasformare la loro attività nella produzione e nel servizio di sushi. “

La maggior parte delle offerte di sushi per ogni abitante dell’Olanda settentrionale

In Olanda Settentrionale ci sono 7,9 aziende di sushi ogni 100.000 abitanti. Seguono Flevoland e Utrecht, rispettivamente, con 6,8 e 6 sushi shop ogni 100.000 residenti. Questa cifra è più bassa a Groningen (2,2), Drenthe (2,6) e Frisia (2,8).

Vedi le possibilità dei negozi di sushi

La sua banca aveva precedentemente menzionato Slijpen nel 2013 sull’ascesa del sushi, in particolare a Randstad. Dopo aver stretto una partnership di successo con uno chef di sushi ispiratore, la sua azienda è diventata nota come Sushi Restaurant. Il ristorante era sempre al completo e anche il sushi preparato era un successo. Fino ad allora, non gli piaceva servire sushi. Questo è cambiato durante la crisi di Corona.

READ  Calcio o Harvard? | il tempo

A causa delle restrizioni durante la crisi di Corona, il timone ha dovuto cambiare. Slijpen: “Qualunque sia la crisi, vai avanti, guarda le opportunità e cogli le opportunità. Trasformare il negativo in qualcosa di positivo. E i buoni dipendenti sono una parte importante del successo! Volevo mantenere il loro lavoro e coinvolgerli in tutto. “

La strategia di social media marketing, che mira a ottenere e servire anche il sushi ora, è un successo. Quando è iniziata la prima chiusura, Slijpen impiegava 30 persone. Ora, un anno e mezzo dopo, quel numero è cresciuto fino a 90. Il numero di veicoli per le consegne è passato da 3 a 26, alcuni dei quali sono disponibili su richiesta.

“Abbiamo utilizzato Facebook e Instagram per indicare dove consegnare. Il sushi era richiesto per chilometri durante la prima e la seconda chiusura. E volevamo soddisfare questa domanda. Consegniamo in un raggio di oltre 50 km. Presto anche in Germania. Nel frattempo , sono comparsi più concorrenti nella nostra area di vendita di sushi. In termini di folla, non l’abbiamo ancora notato. C’è ancora spazio nel mercato per i fornitori di sushi”.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24