TGcomnews24

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, reportage e podcast relativi all'Italia

Una giornata nazionale di lutto in Israele dopo un disastro in una cerimonia religiosa

Oggi è una giornata nazionale di lutto in Israele dopo che dozzine sono state uccise in una cerimonia religiosa, Venerdì scorso. A causa del panico tra le masse dei fedeli, 45 persone sono state pressate a morte, tra cui almeno dieci bambini. Le bandiere sono appese a mezz’asta in tutti gli edifici ufficiali e nei centri diplomatici israeliani in tutto il mondo.

Ieri sera a Tel Aviv si è svolta una protesta contro le vittime. Il municipio era illuminato con la bandiera di Israele. In onore, le mura della Città Vecchia di Gerusalemme hanno illuminato le seguenti parole: “Gerusalemme condivide con le famiglie che hanno perso i loro cari il loro dolore”.

panico

Durante la celebrazione del Lag Baomer nel Nord Meronberg, il panico è esploso tra migliaia di ebrei ortodossi per una ragione sconosciuta fino ad ora. La folla ha iniziato a correre, schiacciando a morte le vittime. Testimoni oculari hanno parlato di una “piramide di cadaveri” in uno stretto corridoio con un pavimento di metallo morbido, secondo i media internazionali.

Le autorità hanno concesso il permesso a 10.000 persone di partecipare, ma secondo l’organizzazione, molte più persone hanno partecipato alla festa e alcune stime dicono che il numero era oltre 100.000. Il I tempi di Israele In precedenza aveva parlato di “il più grande evento dallo scoppio della Corona”.

Il processo di identificazione è stato interrotto per 24 ore venerdì sera a causa del sabato. per me Il Jerusalem Post L’identità di tutte le persone è ormai nota. La vittima più giovane è un bambino di 9 anni.

READ  “Il gruppo di estrema destra voleva attaccare i massoni francesi” | all'estero