Una radiosa biografia della scienziata Marie Curie e delle sue figlie

C’è una svolta attuale nella biografia di Marie Curie e delle sue figlie. Marie Sklodowska nacque nel 1867 in Polonia, allora in gran parte occupata dalla Russia. I libri polacchi furono banditi e si doveva parlare russo.

All’età di 15 anni, Marie (1867-1934) superò un esame di scuola superiore. Ha iniziato a lavorare come insegnante in modo che sua sorella Bronya potesse frequentare l’università a Parigi. Una volta diventata medico, Marie sarebbe stata trasferita in Francia per studiare. È così che è successo. A Parigi ha incontrato il fisico Pierre Curie. Si innamorarono, la coppia si sposò e ebbe due figlie: Irene ed Evelyn.

Madame Curie, come fu poi ampiamente conosciuta, era ossessionata dalle radiazioni. Wilhelm Roentgen ha lavorato con i raggi X, che hanno rivelato le ossa nella sua mano. Mary voleva sapere da dove provengono queste radiazioni. Questo è diventato l’argomento della sua tesi.

Ho lavorato con Pierre in un vecchio capannone con grandi quantità di minerali e rifiuti delle miniere di uranio, per estrarne una minuscola frazione di radio. Hanno coniato il termine “radioattività” per le forze misteriose emesse da questa misteriosa sostanza. Nel 1902 giunse il momento: riuscirono a isolare un decigramma dal radio puro. Poi è andato rapidamente. Un anno dopo, lei e Pierre ricevettero il Premio Nobel per la Fisica.

Avevamo una grande carriera davanti, ma il disastro ha colpito. Due anni dopo che Pierre divenne professore alla Sorbona, fu investito da una carrozza. Meno di un mese dopo la sua morte nel 1906, la Sorbona decise di trasferire la cattedra di Peres, compreso il suo laboratorio, a Marie. Ha lavorato instancabilmente e ha vinto un altro premio Nobel nel 1911, questa volta in chimica.

READ  Banca centrale europea: il cambiamento climatico pone ulteriori rischi per le imprese e le banche nell'Europa meridionale

Madame Curie si trova nel suo laboratorio a Parigi.Archivio fotografico Bettmann

Una cosa a cui la coppia Corey non ha pensato: gli effetti della radioattività sulla loro salute. Quando François Mitterrand ha voluto seppellire la coppia nel Pantheon negli anni ’90, i loro corpi hanno dovuto essere prima esaminati per le radiazioni. Non era poi così male, quindi Marie e Pierre possono ancora essere inseriti nel tempio più prestigioso dei grandi francesi.

Pathfinder e l’esempio

Nessuno mette in dubbio i meriti di Madame Curie, né come ricercatrice né come esempio e pioniera delle donne nella scienza. Nel frattempo, ogni persona sana di mente sa che l’uguaglianza tra uomini e donne intorno al 1900 era in cattive condizioni. Pertanto, è un peccato che questa biografia sia costellata di grida di “uomini stupidi”, “zii dalla faccia seria”, “la maggior parte degli uomini” che non possono immaginare che una donna possa “pensare”, “resistenza maschile” un secolo fa. Ecco un biografo che ha un lavoro al lavoro. Quando parli di “excusetruus” c’è un numero di nota accanto. Tuttavia, se si guarda alla fonte, il termine “excusetruus” non si riferisce a una lettera oa un diario ma a un’affermazione che Simone de Beauvoir amava usare il termine.

Questi aspetti non fanno nulla di buono al libro, la storia della vita di Madame Curie in sé racconta quanto fosse talentuosa e volitiva. La storia è bella su un giornalista americano che ha fatto una campagna per regalare a Mary un grammo di radio. La condizione era che lei stessa avrebbe ricevuto questo dono negli Stati Uniti. La sua visita ha avuto successo. Il presidente degli Stati Uniti Warren Harding le ha consegnato una lattina di radio. Sette anni dopo, questa scena si è ripetuta quando è stata presentata a Mary Radium dal presidente Herbert Hoover.

Irene Curie al lavoro con suo marito Frédéric Joliot a Parigi, intorno al 1934. Immagine Getty Images

Irene Curie con il marito Frédéric Joliot al lavoro a Parigi, intorno al 1934.Immagine Getty Images

carta del corpo fascista

La biografia diventa ancora più interessante quando si tratta delle figlie di Marie e Pierre. Irene, la maggiore, ha seguito le orme di sua madre. Eve ha condotto una vita normale come giornalista di viaggio e persona mondana. Ha scritto una biografia di sua madre di successo internazionale. Irene vinse anche il Premio Nobel per la Chimica nel 1935 con suo marito, Frédéric Julio. E dopo che Eve ha sposato Henry Lapuis, che lavorava per l’UNICEF, ha ricevuto anche il Premio Nobel per la Pace. Ciò significa un totale di sei premi Nobel all’interno di una famiglia.

C’è qualcosa di strano in questo curriculum. È costantemente correlato ai contatti di Eva con i grandi della terra. Ad esempio, rimase alla Casa Bianca con Eleanor Roosevelt e parlò contro la Germania di Hitler. A proposito, il suo allora partner Philip Bars è stato menzionato più volte. È stata con lui per decenni prima di incontrare Lapuis. Ma quello era Barrett, caporedattore del quotidiano di estrema destra Ciclo Le Nouveau, che negli anni ’20 servì da carta del corpo del partito fascista Le Faisceau, è nettamente escluso. Un altro difetto per questa meravigliosa famiglia.

Claudine Montell Marie Curie e le sue figlieQuerido, 304 pagine, € 25,99.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24