Una sparatoria criminale in cui è stata uccisa una donna di 20 anni, sconosciuta


I fatti reali dell’incidente con la sparatoria, in cui la 20enne Sikila Lysdick è rimasta coinvolta alla vigilia È stato ucciso domenica 16 maggio, Non ancora noto. Il suo partner di 35 anni Romano W. ha dichiarato di aver cercato di strapparle una pistola e di aver sparato accidentalmente. Il corpo di polizia del Suriname ha dichiarato di essere stato arrestato in attesa di indagini.

Secondo la sua testimonianza, era solo con sua moglie a casa. Mentre stava facendo il bucato fuori, ha notato che Sekela stava tirando fuori la sua arma da fuoco illegale. Ha cercato di toglierle la pistola, ma è esplosa per errore. La giovane donna è stata colpita al petto sinistro.

Romano ha portato sua moglie Cecila, che viveva con lei insieme da quattro a cinque anni e ha avuto un bambino di cinque mesi, direttamente al pronto soccorso (SEH) del Paramaribo Academic Hospital. La vittima è morta poco dopo essere arrivata al pronto soccorso.

Dopo che tutti i dettagli di sua moglie sono stati trasmessi ai dipendenti di A&E, è emerso che l’uomo aveva lasciato l’ospedale. Dopo un’indagine della polizia di Mender e Latour, Romano ha denunciato l’arma al Dipartimento per la criminalità della capitale due ore dopo.

Dopo aver consultato il pubblico ministero del Suriname, la polizia ha arrestato il sospettato in attesa di indagini, mentre il cadavere senza vita di Siquila è stato sequestrato per l’autopsia. Anche l’arma da fuoco illegale è stata confiscata Rapporti di polizia.

READ  Quattro vittime di Spoorloos chiedono un risarcimento per mancata corrispondenza | Media e cultura

– Annunci –

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24