Una stella che esplode si scontra con la sua sorella stellare

Gli astronomi hanno trovato prove che una collisione stellare può anche portare a un’esplosione di supernova.

Una supernova è un fenomeno in cui una stella esplode in modo spettacolare. L’eruzione è riconoscibile dall’enorme quantità di luce emessa. Attualmente sono noti alcuni modi in cui le supernovae appaiono (vedi riquadro). Ma ora possiamo aggiungere un altro metodo, vale a dire i ricercatori in esso Nuovo studio.

Scrivi supernove
Una supernova può verificarsi quando esplodono le nane bianche nei sistemi stellari binari (Tipo Ia). Inoltre, i tipi II, Ib e Ic si verificano quando stelle massicce raggiungono la fine della loro vita e quindi formano stelle di neutroni o buchi neri. I tipi Ib e Ic differiscono dal tipo II in quanto i loro precursori perdono materiale che circonda il loro nucleo centrale appena prima dell’esplosione. I tipi Ib e Ic differiscono leggermente l’uno dall’altro nella composizione chimica.

utilizzando i dati di Scansione di una vasta gamma dal cielo (VLASS), i ricercatori hanno trovato per la prima volta prove di una supernova teorica descritta che non era stata precedentemente osservata nell’universo reale. “I teorici hanno ipotizzato che potrebbe accadere, ma questa è la prima volta che assistiamo a un evento del genere”, ha affermato il ricercatore dello studio Dillon Dong.

Come hai iniziato?
Il primo indizio è arrivato quando i ricercatori hanno esaminato le immagini di VLASS e hanno trovato un oggetto che emetteva onde radio luminose. Osservazioni successive di questo oggetto – designato VT 1210 + 4956 – hanno indicato che l’emissione radio luminosa proveniva da una galassia in formazione stellare a circa 480 milioni di anni luce di distanza. In seguito hanno scoperto che uno strumento a bordo della Stazione Spaziale Internazionale aveva anche rilevato un lampo di raggi X da questo oggetto nel 2014.

READ  Scopri il vapore acqueo nell'atmosfera della luna più grande del nostro sistema solare

doppia stella
I dati raccolti da tutte queste osservazioni hanno permesso agli astronomi di disegnare lo scenario più probabile. Sospettano che questa sia la straordinaria storia secolare della danza della morte tra due enormi stelle. Come la maggior parte delle stelle più massicce del nostro Sole, queste due sono nate come una coppia binaria, orbitando l’una intorno all’altra in un’orbita stretta. Uno era leggermente più grande dell’altro e si evolveva anche più velocemente, generando energia al centro della stella attraverso la fusione nucleare. Alla fine, questa stella è esplosa come una supernova, lasciandosi dietro un buco nero o una stella di neutroni.

dudendans
Quindi il buco nero o la stella di neutroni si avvicinò costantemente alla sua compagna. E circa 300 anni fa, quando Jo entrò nella sua sorella stellare, iniziò davvero la danza della morte. Il buco nero o stella di neutroni si è fatto strada nel nucleo della stella compagna, interrompendo brutalmente la fusione nucleare lì. Quando il nucleo collassò, formò brevemente un disco di materiale che roteò attorno all’intruso, allontanando rapidamente un getto di materiale. “Questo aereo ha prodotto i raggi X che sono stati rilevati dallo strumento MAXXI a bordo della Stazione Spaziale Internazionale”, ha detto Dong.

Rappresentazione artistica dell’esplosione di una supernova causata da una collisione stellare. Foto: Bill Saxton, NRAO/AUI/NSF

Quando una stella residua si è scontrata con la sua sorella stellare, è anche esplosa come una supernova. “Questa sorella stellare potrebbe eventualmente esplodere, ma la fusione ha accelerato il processo”, spiega Dong. Ciò significa che per la prima volta gli astronomi hanno trovato prove che una collisione stellare può anche portare a un’esplosione di supernova.

READ  Viola Holt pensa di essere calamitato dopo essere entrato in contatto con il vaccino

I ricercatori sono rimasti molto sorpresi da questa particolare scoperta. “La chiave della scoperta è stata VLASS”, ha affermato il ricercatore Greg Hallinan. Sebbene uno dei suoi obiettivi sia rilevare cose transitorie come le esplosioni di supernova, questa supernova, causata dalla fusione di stelle, è stata una vera sorpresa. “Di tutte le cose che pensavamo di poter rilevare con VLASS, non avremmo mai pensato che sarebbe stato possibile”, conclude Hallinan.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

TGcomnews24